Vittoria in rimonta per Andrea Arnaboldi nel primo turno del Challenger di Banja Luka, in Bosnia Erzegovina. Il canturino ha piegato in tre partite, dopo essere stato sotto di un set e un break, il 23enne serbo Pedja Krstin.

Ora negli ottavi attende il vincente dell’incontro in programma domani tra la testa di serie numero 1, lo spagnolo Roberto Carballes Baena, e l’austriaco Andreas Haider-Maurer, ex top 50 al mondo nel 2015.

Insomma, Arnaboldi è inserito nella sezione di tabellone più dura (c’è anche il canadese Felix Auger Aliassime, visto a Como negli ottavi e fresco vincitore a Siviglia), motivo per cui la vittoria di oggi e i punti ottenuti con il passaggio agli ottavi valgono doppio.

Tornando al match di questo pomeriggio, equilibrio fino al 5-5 quando Arnaboldi subisce il break e non riesce subito dopo a sfruttare quattro palle per andare al tie break. Nel secondo set il canturino perde subito il servizio (0-1) ma da questo momento cambia marcia e infila otto game consecutivi per il 6-1 2-0 nel set decisivo.

Break, quest’ultimo, che Pedja Krstin non riuscirà più a recuperare pendendo la partita dopo 2 ore e 25 minuti per 5-7 6-1 6-3.

Share.

About Author

Sono nato a Como nel dicembre del 1974 e in questa città sono cresciuto, mi sono sposato e sono diventato padre. Sono un giornalista professionista iscritto all’Albo della Lombardia. Amo il tennis da sempre, da quando bambino sognavo di diventare Stefan Edberg. Mi sono fermato molto prima. Pigro di natura, ho preferito raccontare questo sport nel modo meno faticoso, ovvero dalla tastiera di un pc. Ho lavorato per Espansione Tv e il Corriere di Como seguendo tutt’altro, la cronaca nera e giudiziaria. Ma il tennis è sempre il tennis.

Comments are closed.