Giornata di battaglie, quella appena conclusa, per i tennisti comaschi impegnati nel circuito internazionale. Il bilancio è di una vittoria per Giada Clerici e una sconfitta per Andrea Arnaboldi.

La Clerici era impegnata nell’ultimo turno delle qualificazioni dell’Itf di Antalya in Turchia. Di fronte alla ragazza di Albiolo c’era l’olandese Eva Vedder. Partita equlibratissima, con il primo parziale nelle mani dell’azzurra per 7-5 e il secondo in quelle dell’orange per 6-3. A decidere l’incontro è stato il tie break del terzo set, finito per 9-7.

La Clerici vince dunque le qualificazioni e accede al tabellone principale dove affronterà – il sorteggio non è stato molto favorevole – un’altra azzurra, Giorgia Marchetti, testa di serie numero 6 del torneo e numero 500 al mondo.

Al Challenger di Budapest incredibile il match in altalena tra Andrea Arnaboldi e il giovane Next Gen spagnolo (di passaporto, ma nato in Tirolo) Nicola Khun. Il 17enne di Innsbruck, numero 5 delle classifiche mondiali Junior nel 2017, ha lottato per 2 ore e 20 con il canturino vincendo per 7-6 4-6 6-4 al termine di un confronto un cui la differenza è stata fatta da tre punti sui 219 giocati (111 a 108 per Khun).

Primo set senza servizi persi, vinto per 7-4 al tie break dall’iberico. Seconda partita con Khun avanti 3-1, prima della reazione di Arnaboldi che infila un parziale di cinque giochi a uno per il 6-4 che rimette tutto in equilibrio. Nel set decisivo Khun vola ancora 3-1, il canturino recupera il break ma sul 5-4 per l’avversario perde il servizio decisivo che consegna la vittoria all’austriaco di Spagna.

Share.

About Author

Sono nato a Como nel dicembre del 1974 e in questa città sono cresciuto, mi sono sposato e sono diventato padre. Sono un giornalista professionista iscritto all’Albo della Lombardia. Amo il tennis da sempre, da quando bambino sognavo di diventare Stefan Edberg. Mi sono fermato molto prima. Pigro di natura, ho preferito raccontare questo sport nel modo meno faticoso, ovvero dalla tastiera di un pc. Ho lavorato per Espansione Tv e il Corriere di Como seguendo tutt’altro, la cronaca nera e giudiziaria. Ma il tennis è sempre il tennis.

Comments are closed.