Ottimo Federico Arnaboldi nelle qualificazioni del Futures di Trento (25 mila dollari) che avrà nel cugino Andrea la testa di serie numero 1 del main draw. Il canturino, 17 anni, ha battuto nettamente in due set (al primo turno) Gianluca Di Nicola con il punteggio di 6-3 6-1.

Arnaboldi jr aveva di fronte il numero 500 al mondo (classifica 2.1 in Italia) che però era fermo da diversi mesi. L’ultimo match nel circuito internazionale risaliva a novembre. Di Nicola la scorsa estate era stato protagonista al Challenger di Como vincendo le quali e perdendo poi dal Next Gen canadese Felix Auger-Aliassime.

Domani per Federico ci sarà la sfida all’austriaco Jakob Aichhorn che oggi ha battuto per 6-3 7-6 Nicola Ghedin, 800 al mondo e testa di serie numero 10. Il vincitore sarà ammesso al tabellone principale del Futures di Trento.

Intanto a Sharm El Sheikh prima positiva esperienza nel circuito internazionale Futures per un altro 17enne, Federico Lucini. Il comasco ha sfidato oggi il 20enne croato Domagoj Biljesko, numero 700 al mondo e testa di serie numero 3 delle qualificazioni sul Mar Rosso. Primo set in equilibrio poi lo slavo è scivolato via con un parziale di 8 giochi a zero per il 7-5 6-0 finale.

Share.

About Author

Sono nato a Como nel dicembre del 1974 e in questa città sono cresciuto, mi sono sposato e sono diventato padre. Sono un giornalista professionista iscritto all’Albo della Lombardia. Amo il tennis da sempre, da quando bambino sognavo di diventare Stefan Edberg. Mi sono fermato molto prima. Pigro di natura, ho preferito raccontare questo sport nel modo meno faticoso, ovvero dalla tastiera di un pc. Ho lavorato per Espansione Tv e il Corriere di Como seguendo tutt’altro, la cronaca nera e giudiziaria. Ma il tennis è sempre il tennis.

Comments are closed.