Vola Francesca Rumi. Vola anche in Svezia, come già aveva fatto in Bosnia solo poche settimane fa. Vola per recuperare il tempo perduto a causa dei due anni “bruciati” per un brutto infortunio. La ragazza di Gravedona, da poco 18enne, ha raggiunto oggi la seconda semifinale del 2018 in un Itf Junior.

La lariana, impegnata nell’High Coast Junior Tournament di Kramfors, ha passato oggi i quarti di finale battendo in due set la testa di serie numero 2 del tabellone scandinavo, la padrona di casa Sydney Berlin.

Primo set equilibrato, concluso al tie break e poi nelle mani della Rumi per 7-5. Seconda partita ancora controllata dalla comasca che si è imposta per 6-3.

Domani dunque la giovane di Gravedona cercherà di raggiungere la sua prima finale Itf Junior. Di fronte un’altra giocatrice svedese, Victoria Carlsten, che oggi ha battuto nettamente per 6-1 7-5 la testa di serie numero 3, la rumena Fatima Ingrid Keita. La Carlsten fino ad oggi non ha perso nemmeno un set.

Share.

About Author

Sono nato a Como nel dicembre del 1974 e in questa città sono cresciuto, mi sono sposato e sono diventato padre. Sono un giornalista professionista iscritto all’Albo della Lombardia. Amo il tennis da sempre, da quando bambino sognavo di diventare Stefan Edberg. Mi sono fermato molto prima. Pigro di natura, ho preferito raccontare questo sport nel modo meno faticoso, ovvero dalla tastiera di un pc. Ho lavorato per Espansione Tv e il Corriere di Como seguendo tutt’altro, la cronaca nera e giudiziaria. Ma il tennis è sempre il tennis.

Comments are closed.