Vittorie a raffica per i nostri giovani nei Rodei di Colico e di Seregno

0
Rombano i motori dei giovani tennisti lariani. Nel fine settimana si è giocata la tappa del Tennis Club Colico del Circuito Rodei Lariani. Per i nostri baby sono arrivate quattro vittorie (su otto tabelloni) e due finali.

Nel femminile, nell’Under 12 a imporsi è stata Emma Calvo (Circolo Tennis Cantù) in una finale tutta lariana con Elena Caligari (Tennis Game Dongo) finita 4-0 4-0. Tabellone, quello di questa categoria, dominato dalle nostre tenniste con le semifinali anche di Greta Vilardi (Ct Cantù) battuta 5-3 4-2 dalla Calvo, e di Benedetta Leggeri (Tennis Game Dongo) superata nel derby per 4-2 5-3.

Nell’Under 16 invece la vittoria è andata a Greta Sormani (del Tennisdinamic Albavilla) che nel match che assegnava il trofeo si è imposta su Camilla Mauri (Albani Tennis Project) per 5-3 4-1.

Passiamo al maschile, con l’ennesima bella vittoria di Leonardo Maria Balbiani (Tennis Club Gravedona) in finale Under 10 su Ivo Sampayo (4-0 4-1 il punteggio). Bene anche Diego Calvo nell’Under 14. Il giocatore del Ct Cantù, in un match incertissimo, si è arreso solo a Nicolò Consonni (Tc Lecco) per 1-4 5-4 7-5.

Infine il Rodeo Under 16 maschile che ha fatto registrare il successo di Paolo Fontana (sempre del Tennis Club Gravedona) su Stefano Grassi (Quanta Village) per 4-1 4-2. Quest’ultimo era la testa di serie numero 2 e in precedenza Fontana aveva battuto anche la testa di serie numero 1.

Rimanendo al settore giovanile, vittoria per una nostra giocatrice anche al Rodeo Under 16 femminile “Città di Seregno” che ha fatto registrare la bella affermazione di Marta Boselli (Ct Cantù) che ha confermato i pronostici della vigilia che la vedevano favorita. Superata in finale Gaia Delfini (Seregno) per 2-4 4-1 13-11. Bravi a tutti.

Share.

About Author

Sono nato a Como nel dicembre del 1974 e in questa città sono cresciuto, mi sono sposato e sono diventato padre. Sono un giornalista professionista iscritto all’Albo della Lombardia. Amo il tennis da sempre, da quando bambino sognavo di diventare Stefan Edberg. Mi sono fermato molto prima. Pigro di natura, ho preferito raccontare questo sport nel modo meno faticoso, ovvero dalla tastiera di un pc. Ho lavorato per Espansione Tv e il Corriere di Como seguendo tutt’altro, la cronaca nera e giudiziaria. Ma il tennis è sempre il tennis.

Comments are closed.