Che vittoria per Andrea Arnaboldi all’Atp 250 di Marrakech. Il tennista canturino batte in due set (in un’ora e 18 minuti) Alexandr Dolgopolov, ucraino numero 50 al mondo (è stato anche numero 12 delle classifiche mondiali) e ottiene il passaggio agli ottavi di finale del torneo marocchino.

Si tratta di una delle vittorie più importanti della carriera per Arnaboldi, quantomeno per il valore dell’avversario. Un risultato che gli porterà 20 punti Atp e tanta fiducia in vista del match che vale i quarti di finale contro il terraiolo spagnolo Pablo Andujar. Partita, quest’ultima, che sarà durissima.

Andujar (già numero 32 al mondo, vincitore di tre tornei Atp tutti sulla terra rossa) sta infatti cercando di tornare ai fasti del passato – almeno in termini di classifica – ed è reduce dalla vittoria nel Challenger di Alicante dove ha battuto in finale il talento australiano Alex De Minaur, in semi il nostro Marco Cecchinato e prima ancora lo spagnolo Jaume Munar.

Tornando al match di oggi di Arnaboldi, in arrivo dalle qualificazioni, ha controllato un match dove non ha mai ceduto il servizio salvando tuttavia sei palle break. Tre consecutive nel primo set sull’1-1 (da 0-40), prima dell’allungo sul 6-2. Partita decisa in volata nel secondo set, con il canturino che prima si salva sul 3-3 e 15-40, poi nel game successivo ottiene il break che lo spinge prima sul 5-3, poi sul 6-3.

Share.

About Author

Sono nato a Como nel dicembre del 1974 e in questa città sono cresciuto, mi sono sposato e sono diventato padre. Sono un giornalista professionista iscritto all’Albo della Lombardia. Amo il tennis da sempre, da quando bambino sognavo di diventare Stefan Edberg. Mi sono fermato molto prima. Pigro di natura, ho preferito raccontare questo sport nel modo meno faticoso, ovvero dalla tastiera di un pc. Ho lavorato per Espansione Tv e il Corriere di Como seguendo tutt’altro, la cronaca nera e giudiziaria. Ma il tennis è sempre il tennis.

Comments are closed.