Serviva un’impresa, e l’impresa è arrivata. Andrea Arnaboldi elimina con un netto 6-3 6-3 lo slovacco Martin Klizan, testa di serie numero 3 ed ex 24 al mondo, e ottiene il pass per i quarti di finale del quotato Challenger di Poznan sulla terra rossa della Polonia.

Partita sempre controllata dal canturino, al quinto match in questo torneo essendo partito dalle qualificazioni. Pronostici tutti contro ad Arnaboldi che invece in campo ha ribaltato ogni previsione. Fin dall’avvio, tra l’altro, visto che dopo poco più di un quarto d’ora di gioco si era già sul 4-1 per chiudere 6-3.

Equilibrio nella seconda frazione fino al 2-2 quando il brianzolo strappava il servizio allo slovacco di Bratislava andando 3-2. Nel game successivo Arnaboldi riusciva a evitare il controbreak e saliva 4-2. Ed anche sul 4-3 l’azzurro salvava due palle break per poi andare 5-3 e chiudere 6-3 in un’ora e 35 minuti.

I numeri: 10 le palle break per Arnaboldi (4 quelle realizzate) contro le 4 per Klizan (una sola trasformata). I punti totali dicono 70-59. Tre a uno gli aces per Klizan che tuttavia guida anche la classifica dei doppi falli: 5-0. Scalpo prestigioso per il canturino: lo slovacco in carriera ha vinto 5 tornei Atp ovvero Rotterdam, Amburgo, Casablanca, Monaco di Baviera e San Pietroburgo.

Ora nei quarti di finale Arnaboldi sfiderà il vincente del derby francese tra Quentin Halys (testa di serie numero 6) e Antoine Escoffier.

Share.

About Author

Sono nato a Como nel dicembre del 1974 e in questa città sono cresciuto, mi sono sposato e sono diventato padre. Sono un giornalista professionista iscritto all’Albo della Lombardia. Amo il tennis da sempre, da quando bambino sognavo di diventare Stefan Edberg. Mi sono fermato molto prima. Pigro di natura, ho preferito raccontare questo sport nel modo meno faticoso, ovvero dalla tastiera di un pc. Ho lavorato per Espansione Tv e il Corriere di Como seguendo tutt’altro, la cronaca nera e giudiziaria. Ma il tennis è sempre il tennis.

Comments are closed.