Ha lottato Federico Arnaboldi, ma alla fine ha dovuto alzare bandiera bianca dopo 2 ore e 37 minuti contro il brasiliano 26enne Wilson Leite, oggi numero 700 al mondo ma in passato numero 340.

Sono serviti tre set al tennista di Rio de Janeiro per eliminare il 18enne canturino nel primo turno del Futures di Gaeta. Arnaboldi, che si era guadagnato il main draw vincendo le quali, è partito in ritardo nel primo set, accusando un parziale di 12 punti a 1 per il 3-0 in favore di Leite.

Bella la reazione di Federico, che a questo punto iniziava a giocare, rientrava 3-2 (e 30-0), poi tornava sotto 4-2 pendendo il primo parziale 6-3.

Andamento che pareva analogo nel secondo set. Ma dopo 8 punti a 1 per il brasiliano (2-0) il canturino riusciva a portare a termine la rimonta fino al 4-4 spingendo poi il parziale fino al tie break. Questa volta era Arnaboldi a scappare avanti (6-1). Leite rientrava fino al 6-5 ma il punto finale era del brianzolo per il 7-5.

Tutto rimandato insomma al terzo set. Questa volta il 18enne canturino non riusciva a rimanere attaccato all’avversario che scappava subito senza concedere più spazi per la rimonta chiudendo 6-3 6-7 6-0.

Share.

About Author

Sono nato a Como nel dicembre del 1974 e in questa città sono cresciuto, mi sono sposato e sono diventato padre. Sono un giornalista professionista iscritto all’Albo della Lombardia. Amo il tennis da sempre, da quando bambino sognavo di diventare Stefan Edberg. Mi sono fermato molto prima. Pigro di natura, ho preferito raccontare questo sport nel modo meno faticoso, ovvero dalla tastiera di un pc. Ho lavorato per Espansione Tv e il Corriere di Como seguendo tutt’altro, la cronaca nera e giudiziaria. Ma il tennis è sempre il tennis.

Comments are closed.