Sconfitta inattesa ma tutto sommato agrodolce per Andrea Arnaboldi nei quarti di finale del Challenger di San Benedetto del Tronto. Il canturino si è arreso questa sera in due partite a Lorenzo Giustino, perdendo un match in cui era indicato come favorito anche per i precedenti a lui favorevoli.

Ko agrodolce tuttavia, perché con i punti ottenuti nelle Marche Arnaboldi – dopo tanta fatica – dovrebbe essere riuscito a rientrare tra i primi 200 giocatori al mondo, alla posizione 199, anche se la conferma arriverà solo con le nuove classifiche di lunedì.

Partita che è sfuggita dalle mani per pochi punti, ma in cui Arnaboldi non è stato mai avanti tranne all’inizio con il break subito recuperato da Giustino, e per un game in apertura di secondo set. Poi il brianzolo ha sempre inseguito perdendo il match per un break sul 4-3 della prima frazione (poi 6-3) e con un altro servizio ceduto sull’1-1 nel secondo parziale (poi 6-4).

Share.

About Author

Sono nato a Como nel dicembre del 1974 e in questa città sono cresciuto, mi sono sposato e sono diventato padre. Sono un giornalista professionista iscritto all’Albo della Lombardia. Amo il tennis da sempre, da quando bambino sognavo di diventare Stefan Edberg. Mi sono fermato molto prima. Pigro di natura, ho preferito raccontare questo sport nel modo meno faticoso, ovvero dalla tastiera di un pc. Ho lavorato per Espansione Tv e il Corriere di Como seguendo tutt’altro, la cronaca nera e giudiziaria. Ma il tennis è sempre il tennis.

Comments are closed.