Due ore e 17 minuti di partita sono serviti ad Andrea Arnaboldi per raggiungere gli ottavi di finale del Challenger di Segovia. Due ore e 38 minuti non sono invece bastati a Maria Aurelia Scotti per accedere al secondo turno dell’Itf di Biella dopo aver vinto le qualificazioni.

Giornata agrodolce per i nostri giocatori impegnati nei tornei del circuito internazionale. Il canturino, opposto allo spagnolo Miguel Semmler – 21 anni di Madrid che poteva contare su una wild card – è andato sotto di un set (6-4) prima di effettuare il sorpasso con un soffertissimo 7-5 7-5.

Statistiche in equilibrio, con Arnaboldi che ha messo a segno più punti (101 a 97) ma che ha avuto a disposizione meno palle break del giovane avversario (5 a 7). Gara decisa dal primo match point sul 6-5 per l’azzurro che ora se la vedrà con il bosniaco Aldin Setkic.

A Biella invece coraggiosa prova di Maria Aurelia Scotti che ha rischiato il colpaccio contro la belga (numero 900 al mondo) Justine Pysson. Primo set traumatico (6-1 per l’avversaria), poi la giocatrice del Circolo Tennis Cantù ha iniziato ad ingranare aggiudicandosi il secondo parziale per 6-3 e spaventando l’avversaria anche nel set decisivo, recuperando da 3-1 e 4-2 al 4-4, prima di arrendersi 6-4 dopo avere annullato due match point.

Le statistiche finali – a dimostrazione dell’equilibrio in campo – parlano di 95 punti a 90 per la belga, mentre la Scotti ha pagato gli 8 doppi falli al cospetto di nemmeno un ace.

Share.

About Author

Sono nato a Como nel dicembre del 1974 e in questa città sono cresciuto, mi sono sposato e sono diventato padre. Sono un giornalista professionista iscritto all’Albo della Lombardia. Amo il tennis da sempre, da quando bambino sognavo di diventare Stefan Edberg. Mi sono fermato molto prima. Pigro di natura, ho preferito raccontare questo sport nel modo meno faticoso, ovvero dalla tastiera di un pc. Ho lavorato per Espansione Tv e il Corriere di Como seguendo tutt’altro, la cronaca nera e giudiziaria. Ma il tennis è sempre il tennis.

Comments are closed.