Una battaglia infinita, conclusa prima del gong per un ko tecnico dell’avversario. Non parliamo di pugilato ma di tennis. Andrea Borroni, giocatore tesserato per il Mariano Uso, ha passato oggi (da lucky loser) il primo turno del Futures di Monastir, in Tunisia.

Partita massacrante, durata due ore e 45 minuti per due set e mezzo. L’avversario infatti, il norvegese Jakob Groener, ha alzato bandiera bianca (e si è ritirato) sul 4-0 dell’ultimo parziale.

Avvio spedito di Borroni che scappa 2-0, poi 5-1. Lo scandivano rientra in partita (5-4) ma il brianzolo chiude subito dopo 6-4 tenendo facilmente il servizio. Secondo set in equilibrio fino al 6-6 quando Borroni (sul 6-5) ha anche un match point. Il norvegese tuttavia con tre punti consecutivi vince il tie break 8-6 e si porta sull’1-1.

Ed è qui che tutto si rimescola. Perché Borroni, che si pensava in difficoltà dopo l’occasione sprecata, parte nuovamente forte, arriva 4-0 e stringe la mano all’avversario per ritiro.

Peccato solo che il tempo di riposare sia praticamente nullo. Domani mattina alle 10 infatti Borroni sarà di nuovo in campo contro la testa di serie numero 3, il tedesco (numero 600 al mondo) Christoph Negritu. Tra i due c’è un precedente recente sempre in Tunisia a inizio settembre: vinse Negritu per 6-4 6-2.

Share.

About Author

Sono nato a Como nel dicembre del 1974 e in questa città sono cresciuto, mi sono sposato e sono diventato padre. Sono un giornalista professionista iscritto all’Albo della Lombardia. Amo il tennis da sempre, da quando bambino sognavo di diventare Stefan Edberg. Mi sono fermato molto prima. Pigro di natura, ho preferito raccontare questo sport nel modo meno faticoso, ovvero dalla tastiera di un pc. Ho lavorato per Espansione Tv e il Corriere di Como seguendo tutt’altro, la cronaca nera e giudiziaria. Ma il tennis è sempre il tennis.

Comments are closed.