Challenger di Biella: subito lotta per Arnaboldi, agli ottavi dopo 2 ore e 38′

0
Due ore e 38 minuti di fatica valgono ad Andrea Arnaboldi il pass per gli ottavi di finale del Challenger di Biella. Il canturino, sulla terra rossa piemontese, ha sconfitto questo pomeriggio lo spagnolo Oriol Roca Batalla.

Partita vinta in rimonta, dopo essere stato in ritardo di un set: nel parziale di apertura infatti l’iberico andava subito 3-1, veniva ripreso sul 3-3, aveva quattro set point con Arnaboldi al servizio sul 5-4 e poi chiudeva al tie break per 7-3.

Partita che sembrava ulteriormente complicata in apertura di seconda frazione, con Roca Batalla avanti di un break. Immediata la reazione del canturino (1-1, poi 2-2) e parziale di 18 punti a 4 (quattro game a zero) per il 6-2 che rimetteva tutto in equilibrio.

Ultimo set a corrente alternata. Il mancino canturino scattava 3-0, veniva ripreso sul 3-3 e salvava tre palle break consecutive (da 0-40) nel gioco successivo. Era l’ultimo sussulto dell’iberico perché una volta tenuto il servizio (4-3) Arnaboldi scattava avanti fino al 6-3 che gli consegnava l’accesso negli ottavi.

Share.

About Author

Sono nato a Como nel dicembre del 1974 e in questa città sono cresciuto, mi sono sposato e sono diventato padre. Sono un giornalista professionista iscritto all’Albo della Lombardia. Amo il tennis da sempre, da quando bambino sognavo di diventare Stefan Edberg. Mi sono fermato molto prima. Pigro di natura, ho preferito raccontare questo sport nel modo meno faticoso, ovvero dalla tastiera di un pc. Ho lavorato per Espansione Tv e il Corriere di Como seguendo tutt’altro, la cronaca nera e giudiziaria. Ma il tennis è sempre il tennis.

Comments are closed.