Lorenzo Rottoli torna in finale in un torneo del circuito mondiale Itf Junior. Lo fa in un Grado 2, in corso a Chisinau, in Moldavia. E lo fa senza essere partito con i favori del pronostico, ma lottando in ogni match (due quelli conclusi al terzo set) e mostrando un ottimo gioco.

Nella semifinale di oggi – paradossalmente la partita vinta con maggiore facilità dal 16enne comasco – ad arrendersi in due set è stato il rumeno Radu Mihai Papoe, battuto per 6-3 6-4. Un obiettivo – questa finale di Chisinau – che porterà Rottoli al best ranking della classifica Itf Junior.

Nel match di finale in programma domani, il comasco non partirà da favorito. Di fronte ci sarà infatti il bielorusso (di un anno più grande) Alexander Zgirovsky che oggi, in due partite (6-4 6-2) ha superato il russo testa di serie numero 4, Alibek Kachmazov.

Zgirovsky un anno fa era tra i primi 100 al mondo (87° delle classifiche giovanili) ma non giocava nel circuito Itf Junior da giugno dello scorso anno. Una scelta dettata dalla volontà di mettersi alla prova con i Futures. A Chisinau è tornato tra gli Junior raggiungendo subito la finale. Sarà lui il giocatore da battere.

Fino ad oggi nel tabellone ha controllato facilmente tutti gli avversari, tranne la testa di serie numero 1,  quell’Alexandr Binda nato a Lecco e romagnolo d’adozione, seppur di passaporto russo. Successo a fatica per  Zgirovsky per 6-3 5-7 6-4. Ora toccherà a Rottoli metterlo alla prova.

Share.

About Author

Sono nato a Como nel dicembre del 1974 e in questa città sono cresciuto, mi sono sposato e sono diventato padre. Sono un giornalista professionista iscritto all’Albo della Lombardia. Amo il tennis da sempre, da quando bambino sognavo di diventare Stefan Edberg. Mi sono fermato molto prima. Pigro di natura, ho preferito raccontare questo sport nel modo meno faticoso, ovvero dalla tastiera di un pc. Ho lavorato per Espansione Tv e il Corriere di Como seguendo tutt’altro, la cronaca nera e giudiziaria. Ma il tennis è sempre il tennis.

Comments are closed.