South Carolina riscrive la propria storia. La squadra amaranto – ribaltando ogni possibile pronostico – sconfigge la numero 1 del ranking americano Ncaa, Georgia, e si laurea per la prima volta campione della Sec Conference, quella di livello più alto degli States. Una cosa che le “Gamecocks” non erano mai riuscite a fare.

South Carolina succede nell’albo d’oro a Vanderbilt che aveva sconfitto in semifinale e che aveva vinto le ultime due edizioni, nel 2017 e nel 2018. Una festa anche per la comasca Silvia Chinellato, sempre in campo nelle gare dei Championships ospitati dal Mitchell Tennis Center in Texas.

Georgia era la super favorita della vigilia. Era arrivata in finale vincendo tutte le partite per 4-0, era la numero 1 della Ncaa e, soprattutto, aveva già vinto con South Carolina nella stagione regolare. Questa notte invece è andato in scena un “ribaltone” che pochi avevano pronosticato.

La Chinellato è stata schierata in doppio con Megan Davies, vincendo il proprio match per 6-1. Il punto dei doppi è però andato a Georgia che ha vinto gli altri due match in corso (nelle gare Ncaa il punto va alla squadra che vince due doppi su tre). Sotto per 0-1 sono iniziati i singolari.

Paige Cline ha pareggiato subito il punteggio battendo per 6-3 6-0 la numero la numero 19 d’America Marta Gonzalez, poi è arrivato anche il 2-1 grazie a Rachel Rohrabacher su Meg Kowalski (6-4 6-3). La Chinellato ha lottato nel proprio singolare contro Elena Christofi, perdendo però 6-3 7-5. Risultato dunque sul 2-2.

Mia Horvit ha riportato avanti South Carolina contro Lourdes Carle (7-6 6-3), mentre Vivian Wolff ha rimesso la situazione in equilibrio battendo Megan Davies 7-6 (4) 7-5. Tutto è stato dunque deciso dall’ultimo singolare, deciso al terzo set e da un break finale a favore di Ingrid Gamarra Martins contro la numero 1 delle classifiche Ncaa Katarina Jokic, piegata per 6-1 4-6 6-4. Impresa compiuta e tutte le ragazze in campo a festeggiare una vittoria che a South Carolina nessuno aveva mai visto (e previsto).

Share.

About Author

Sono nato a Como nel dicembre del 1974 e in questa città sono cresciuto, mi sono sposato e sono diventato padre. Sono un giornalista professionista iscritto all’Albo della Lombardia. Amo il tennis da sempre, da quando bambino sognavo di diventare Stefan Edberg. Mi sono fermato molto prima. Pigro di natura, ho preferito raccontare questo sport nel modo meno faticoso, ovvero dalla tastiera di un pc. Ho lavorato per Espansione Tv e il Corriere di Como seguendo tutt’altro, la cronaca nera e giudiziaria. Ma il tennis è sempre il tennis.

Comments are closed.