Prosegue la marcia del Circolo Tennis Cantù in vetta al girone 4 della serie C. Le brianzole hanno espugnato il campo del Tennis Varese vincendo a Casciago con il punteggio di 3-1 e mantenendo l’imbattibilità. Rinviato il match della squadra maschile (a causa delle finali dell’Itf Wheelchair) mentre il Team Veneri di San Fermo ha subito in trasferta la prima sconfitta stagionale contro la Motonautica Pavia.

Partiamo dal femminile, con la gara tra Varese e Cantù decisa già dopo i singolari, vinti tutte dalle brianzole. A segno Maria Aurelia Scotti contro Alessia Piran (2.4) per 6-2 al terzo set, Chiara Giaquinta contro Annachiara Ardo (2.8) per 6-1 6-1, e Chiara Talleri contro Sofia Dodero (4.2) per 6-2 6-1. Il doppio vinto da Ardo-Piran su Giaquinta e Isabel Magnelli per 6-4 6-1 ha poi fissato il punteggio sul 3-1. Domenica prossima nuova trasferta contro il Tc Milano “Bonacossa” B.

Sconfitta per 4-2 (con recriminazione nella coda) per il Team Veneri con la Motonautica Pavia. Match deciso sul filo di lana quando nel tie break dell’ultimo doppio, sul punteggio di 6-3 2-6 3-1, non veniva chiamato un doppio rimbalzo che sarebbe valso il 3-2. Si andava invece sul 4-1, gli ospiti di innervosivano e la partita scivolava via fino al 6-3 2-6 10-2 che chiudeva il match.

In precedenza Pietro Marcon aveva portato la terza vittoria della sua super serie C contro Alessandro Cassiani (2.8) per 6-2 6-1, mentre Alessio Gallo aveva perso da Michele Della Cagnoletta (2.7) per 6-4 6-3 e ko erano finiti pure Jacopo Lo Monaco e Nicola Pini. Poi il doppio Gallo-Marcon riaccendeva le speranze con il 6-4 6-4 su Della Cagnoletta-Cassiani, mentre Pini e Jonathan Rotteglia sfioravano l’impresa su Marco Antonio DeBiaggi (3.1) e Alessandro Valletta (2.8) perdendo come detto solo al super tie break.

Share.

About Author

Sono nato a Como nel dicembre del 1974 e in questa città sono cresciuto, mi sono sposato e sono diventato padre. Sono un giornalista professionista iscritto all’Albo della Lombardia. Amo il tennis da sempre, da quando bambino sognavo di diventare Stefan Edberg. Mi sono fermato molto prima. Pigro di natura, ho preferito raccontare questo sport nel modo meno faticoso, ovvero dalla tastiera di un pc. Ho lavorato per Espansione Tv e il Corriere di Como seguendo tutt’altro, la cronaca nera e giudiziaria. Ma il tennis è sempre il tennis.

Comments are closed.