Finisce contro il croato Ivo Karlovic, numero 80 al mondo e in passato numero 14 dell’Atp, la splendida cavalcata di Andrea Arnaboldi a Wimbledon. Il canturino, impegnato oggi sul campo numero 7, ha pagato dazio contro il gigante slavo, giocatore dal servizio devastante che ha totalizzato 21 ace senza concedere nemmeno una palla break. Non che Arnaboldi ne abbia concesse tante, ma sono bastate per ottenere i due break che hanno deciso il match di primo turno.

Gli allunghi per Karlovic sono arrivati nel primo set sul 4-4, nel secondo sul 3-3, strappi sufficienti per chiudere i primi due parziali per 6-4 6-4. L’ultimo set è invece scivolato senza sussulti fino al tie break appannaggio dal croato con il punteggio di 7-4.

Si è chiusa quindi oggi la prima esperienza per Arnaboldi nel tabellone principale londinese. Un’impresa grandiosa costata tanta fatica – tre battaglie nelle qualificazioni – cui deve essere aggiunta l’ora e 41 minuti di oggi. Le statistiche del match dicono 21 ace a 8 per il croato, 4 palle break a 0 e un totale di punti di 95-77.

Share.

About Author

Sono nato a Como nel dicembre del 1974 e in questa città sono cresciuto, mi sono sposato e sono diventato padre. Sono un giornalista professionista iscritto all’Albo della Lombardia. Amo il tennis da sempre, da quando bambino sognavo di diventare Stefan Edberg. Mi sono fermato molto prima. Pigro di natura, ho preferito raccontare questo sport nel modo meno faticoso, ovvero dalla tastiera di un pc. Ho lavorato per Espansione Tv e il Corriere di Como seguendo tutt’altro, la cronaca nera e giudiziaria. Ma il tennis è sempre il tennis.

Comments are closed.