Una battaglia di quasi tre ore, nella notte di Santa Margherita di Pula in Sardegna, regala a Federico Arnaboldi gli ottavi di finale del torneo internazionale da 25 mila dollari in corso sulla terra rossa isolana.

Il 19enne canturino ha sconfitto in tre partite e in rimonta, con il punteggio di 4-6 6-3 7-6 (tie break decisivo concluso 7-2) la testa di serie numero 5, Pietro Rondoni, numero 542 dell’Atp e con un best ranking di 354. Una vittoria significativa anche della crescita del giovane brianzolo, che solo poche settimane fa da Rondoni aveva perso in due set nei quarti di finale del torneo di Appiano, in  Alto Adige.

Ora, per Arnaboldi jr, che (come detto nelle scorse settimane) da agosto ha fatto irruzione nelle classifiche mondiali entrando tra i primi 1000 al mondo (risultato ora che verrà ulteriormente migliorato), ci sarà il polacco 22enne Michal Dembek che ieri in rimonta e in tre set (proprio come Federico) ha piegato per 3-6 6-3 7-5 il greco Alexandros Skorilas.

Share.

About Author

Sono nato a Como nel dicembre del 1974 e in questa città sono cresciuto, mi sono sposato e sono diventato padre. Sono un giornalista professionista iscritto all’Albo della Lombardia. Amo il tennis da sempre, da quando bambino sognavo di diventare Stefan Edberg. Mi sono fermato molto prima. Pigro di natura, ho preferito raccontare questo sport nel modo meno faticoso, ovvero dalla tastiera di un pc. Ho lavorato per Espansione Tv e il Corriere di Como seguendo tutt’altro, la cronaca nera e giudiziaria. Ma il tennis è sempre il tennis.

Comments are closed.