Livello di gioco altissimo, decisamente più elevato di quello indicato dal torneo che era aperto ai Terza categoria. Si è concluso questa mattina, con tre appassionanti finali, l’evento organizzato dal Tennis Club Mariano Uso.

Primo match a scendere il campo è stata la finale maschile tra Jacopo Lo Monaco (Team Veneri di San Fermo) e Massimo Scotti (Seregno, testa di serie numero 2). Match lungo e appassionante, durato tre ore, fin quando Scotti, dopo aver impattato sul 7-6 3-6, ha ceduto nel 6-0 che ha consegnato il trofeo a Lo Monaco. Davveo una bella finale, degna di una Seconda categoria. Lo Monaco – prima del match di oggi – aveva perso solo cinque giochi in altrettante partite, eliminando pure la testa di serie numero 1, Federico Calervo (Under 18 de La Dominante), per 6-2 6-1.

Finale giovane nel femminile, tra la testa di serie numero 1, Sara Luna Malanca (Under 18 dello Sportrend) e Marta Boselli, testa di serie numero 3 (Under 14) tesserata per il Circolo Tennis Cantù. Successo che ha sorriso a quest’ultima in due set, con il punteggio di 6-4 6-3. La Boselli in semi aveva prevalso su Francesca Ieva, tennista di casa (Under 18) per 6-3 6-2, mentre la Malanca aveva piegato per 7-6 6-2 Emma Colombo (Carugate).

Infine il doppio Misto: a segno la coppia varesina composta da Marco Zanovello (Tennis Gallarate) e Alessia Cattaneo (Uboldo) che erano anche i favoriti della vigilia. In finale, ad arrendersi lottando per 6-4 7-6, sono stati i giocatori del GTennis Laura Visintin e Claudio Caivano. Appassionanti anche le semifinali, decise entrambi al super tie break. Nella prima i futuri vincitori del titolo avevano prevalso su Barbara Cocci-Massimo Scotti (del Seregno) per 0-6 6-4 10-6, mentre nella seconda i finalisti avevano battuto Federica Tresoldi (Ntc Lurago d’Erba) e Riccardo Borgonovo (Tennisdinamic Albavilla) per 6-1 5-7 10-7.

“Sono state due settimane molto impegnative – hanno commentato al termine gli organizzatori del Tc Mariano Uso – Ringraziamo tutti i giocatori per l’alto livello di gioco mostrato, con alcune partite degne della seconda categoria. Ringraziamo inoltre tutti quelli che ci hanno aiutato e chi ci ha fatto compagnia in queste serate dedicate al torneo. L’appuntamento è ovviamente al prossimo anno”.

Share.

About Author

Sono nato a Como nel dicembre del 1974 e in questa città sono cresciuto, mi sono sposato e sono diventato padre. Sono un giornalista professionista iscritto all’Albo della Lombardia. Amo il tennis da sempre, da quando bambino sognavo di diventare Stefan Edberg. Mi sono fermato molto prima. Pigro di natura, ho preferito raccontare questo sport nel modo meno faticoso, ovvero dalla tastiera di un pc. Ho lavorato per Espansione Tv e il Corriere di Como seguendo tutt’altro, la cronaca nera e giudiziaria. Ma il tennis è sempre il tennis.

Comments are closed.