Tutti in campo i giocatori comaschi nel turno di serie A1 che si è disputato domenica. Umori alterni, al termine dei match, con Andrea Arnaboldi (Park Genova) che ha festeggiato l’accesso alla semifinale scudetto, mentre Lorenzo Rottoli (Massa Lombarda) ed Eleonora Canovi (Bal Lumezzane) passeranno dai playout per cercare di rimanere nel massimo campionato nazionale di tennis.

Partiamo dal maschile. Il Park Genova sfidava in casa l’Angiulli Bari. Ai liguri bastava un punto per la matematica certezza dell’accesso alla semifinale tricolore, ma di punti ne sono arrivati 3: 5-1 il risultato finale. Andrea Arnaboldi in tre quarti d’ora ha superato Domenico D’Alena 6-1 6-0, poi vittorie anche per Gianluca Mager su Benito Massacri 6-1 7-6 (9), Lorenzo Musetti su Gianfranco Addante 6-0 6-1 e Pablo Andujar su Luca Narcisi 6-0 6-0. I doppi hanno poi regalato l’unico punto ai pugliesi.

Il Massa Lombarda si giocava invece in trasferta con il New Tennis Torre del Greco la permanenza diretta in A1 senza passare dai playout. Match tuttavia dominato dai padroni di casa, con l’unico punto per il ravennati arrivato proprio dall’Under 18 comasco Lorenzo Rottoli contro Giovanni Cozzolino per 6-1 7-6. Ko invece Riccardo Perin contro Franko Skugor per 6-1 6-2, Alessio De Bernardis contro Raul Brancaccio per 6-1 6-0 e Marco Cinotti contro Antonio Mastrelia per 6-4 6-2. Niente da fare nei doppi, entrambi in favore di Torre del Greco che hanno fissato il punteggio sul 5-1.

Nel femminile, sconfitta in casa per il Bal Lumezzane di Eleonora Canovi contro il Tennis Club Genova 1893 che ha così raggiunto il Prato in vetta alla classifica. Le bresciane sono invece in ultima posizione. Punto della bandiera portato dalla brianzola Georgia Brescia contro Lucia Bronzetti per 5-7 7-5 7-5, poi solo punti liguri con Ludmila Samsonova su Ylenia In-Albon (2-1 rit), per Alberta Brianti su Rubina De Ponti 6-1 6-2
e per il doppio Ludmila Samsonova/Alberta Brianti sulla nostra Eleonora Canovi e Sara Cicognani (6-1 6-0).

Share.

About Author

Sono nato a Como nel dicembre del 1974 e in questa città sono cresciuto, mi sono sposato e sono diventato padre. Sono un giornalista professionista iscritto all’Albo della Lombardia. Amo il tennis da sempre, da quando bambino sognavo di diventare Stefan Edberg. Mi sono fermato molto prima. Pigro di natura, ho preferito raccontare questo sport nel modo meno faticoso, ovvero dalla tastiera di un pc. Ho lavorato per Espansione Tv e il Corriere di Como seguendo tutt’altro, la cronaca nera e giudiziaria. Ma il tennis è sempre il tennis.

Comments are closed.