Europei a “metà” senza Spagna e Portogallo: l’Italia parte vincendo

0
Ieri sono iniziati a Roma gli Europei di paddle. Torneo “a metà”, purtroppo, visto che ai nastri di partenza – per questioni di inimicizie tra federazioni ed Enti – mancano Spagna e Portogallo, ovvero le nazioni leader del movimento mondiale e ovviamente continentale.

Non crediamo sia nostro compito fare valutazioni in questo momento, conoscendo poco i motivi della spaccatura. Di certo è un’occasione mancata per far crescere ulteriormente questo sport giovane che tanto sta appassionando in Italia e non solo. Insomma, se queste sono le premesse, il futuro non appare roseo. Tra l’altro, le due nazioni assenti starebbero partecipando ad un “contro-europeo” per conto loro. Uno “scisma” vero e proprio, insomma, alla faccia dello sport.

Fatta questa doverosa premessa, c’è da segnalare l’ottimo inizio dell’Italia femminile (con il rosa la comasca Giulia Sussarello) nel proprio girone grazie al rotondo 3-0 contro la Russia. Domani le azzurre sfideranno l’Olanda nella seconda giornata del girone.

E’ iniziato ieri anche il torneo Open. Giulia Sussarello e Chiara Pappacena hanno passato senza troppi problemi il turno d’esordio, vincendo per 6-0 6-0 contro le tedesche Kim Kramer e Denise Hofer.

Share.

About Author

Sono nato a Como nel dicembre del 1974 e in questa città sono cresciuto, mi sono sposato e sono diventato padre. Sono un giornalista professionista iscritto all’Albo della Lombardia. Amo il tennis da sempre, da quando bambino sognavo di diventare Stefan Edberg. Mi sono fermato molto prima. Pigro di natura, ho preferito raccontare questo sport nel modo meno faticoso, ovvero dalla tastiera di un pc. Ho lavorato per Espansione Tv e il Corriere di Como seguendo tutt’altro, la cronaca nera e giudiziaria. Ma il tennis è sempre il tennis.

Comments are closed.