Sono stati sorteggiati i tabelloni di playoff e playout di serie A1 e A2 con diversi giocatori della nostra provincia impegnati. Partiamo ovviamente dal massimo campionato e dalla sfida maschile tra Selva Alta Vigevano e Park Genova. In rosa con i liguri c’è il canturino Andrea Arnaboldi, assieme a Gianluca Mager, Alessandro Giannessi, Simone Bolelli e Lorenzo Musetti, oltre allo spagnolo Pablo Andujar.

Dall’altra parte le guide saranno Roberto Marcora e Filippo Baldi. La gara di andata (domenica 24 novembre) si giocherà a Vigevano, il ritorno a Genova il 1° dicembre. Nell’altra semifinale scudetto di fronte le due squadre siciliane del Vela Messina e del Match Ball Siracusa.

Attenzione comasca anche sui playout maschili di A1: il Massa Lombarda di Lorenzo Rottoli, dopo la disavventura di Bari con l’incidente in autostrada prima di raggiungere la Puglia, è stato sorteggiato con l’Ata Trentino. match che sulla carta sembra molto equilibrato. Gara di andata a Trento, ritorno a Ravenna.

Nel femminile invece una sfida proibitiva nei playout attende il Bal Lumezzane di Eleonora Canovi. Le bresciane sfideranno infatti – per rimanere nel massimo campionato – quel Tennis Beinasco che sono un anno fa si laureava campione d’Italia. Lumezzane giocherà in casa la gara di andata.

Passiamo infine alla serie A2. Il Tennis Ambrosiano di Federico Arnaboldi, in corsa per la promozione in A1, è stato abbinato al Circolo Tennis Palermo. Si giocherà domenica a Milano. La vincente sfiderà – in gara di andata e ritorno il 1° e l’8 dicembre – il Tennis Club Pistoia. Già allo spareggio promozione invece il sorprendente Tennis Club Lecco, che attende ora di conoscere il nome dell’avversario che uscirà dal confronto tra Tennis Vicenza e Coopesaro.

Share.

About Author

Sono nato a Como nel dicembre del 1974 e in questa città sono cresciuto, mi sono sposato e sono diventato padre. Sono un giornalista professionista iscritto all’Albo della Lombardia. Amo il tennis da sempre, da quando bambino sognavo di diventare Stefan Edberg. Mi sono fermato molto prima. Pigro di natura, ho preferito raccontare questo sport nel modo meno faticoso, ovvero dalla tastiera di un pc. Ho lavorato per Espansione Tv e il Corriere di Como seguendo tutt’altro, la cronaca nera e giudiziaria. Ma il tennis è sempre il tennis.

Comments are closed.