“Saranno Famosi” a Giussano: doppia finale per la Selishta. Ok la Calvo

0
Sono quattro i finalisti comaschi al “Saranno famosi” del Circolo Tennis Giussano, prestigioso appuntamento con il tennis giovanile che si colloca tradizionalmente a cavallo tra la fine dell’anno e l’inizio di quello nuovo. I match per il titolo si disputeranno domani, nel giorno dell’Epifania.

Avevamo già detto nel precedente post di Matteo de Sanctis, che cercherà di strappare il titolo Under 14 alla testa di serie numero 1, Matteo Crespi (Gallarate). Gli altri due maschietti in corsa non sono riusciti ad eguagliare il risultato di de Sanctis. Niccolò Alfonso Mondini (Circolo Tennis Cantù) ha perso oggi la semi Under 10 con Giorgio Ghia (Milago) per 5-7 6-1 10-5, mentre Filippo Bongiasca (Under 16, sempre del Ct Cantù) si è arreso per 6-3 6-0 a Lorenzo Furia (Ceriano).

Meglio le cose nel femminile, grazie soprattutto a Liriza Selishta, del Team Veneri di San Fermo. La giovane che vive in Ticino ha raggiunto la finale sia nell’Under 14 sia nell’Under 16. Nell’Under 14 ha sconfitto per 6-2 6-2 Carolina Dibenedetto (Milano Tennis Academy) e domani sfiderà in finale Sofia Aloja (Junior Milano), nell’Under 16 invece ha battuto proprio la Aloja per 6-0 6-2 e domani se la vedrà con la testa di serie numero 1, Judith Esther Attias del “Bonacossa”. Quest’ultima, oggi ha superato per 6-1 6-1 Isabel Magnelli-Sfarcioc, del Ct Cantù.

Finale anche nell’Under 12 femminile grazie a Emma Calvo. La lariana ha sconfitto per 6-3 6-3 Manal Eskairi (Bonacossa). Non ci sarà però una finale tutta “nostra”, visto che nell’altra semi Giulia Riella (di Gravedona, tesserata per il Tc Lecco) è stata sconfitta da Beatrice Delgrosso (Ecosport) per 6-2 6-0.

Share.

About Author

Sono nato a Como nel dicembre del 1974 e in questa città sono cresciuto, mi sono sposato e sono diventato padre. Sono un giornalista professionista iscritto all’Albo della Lombardia. Amo il tennis da sempre, da quando bambino sognavo di diventare Stefan Edberg. Mi sono fermato molto prima. Pigro di natura, ho preferito raccontare questo sport nel modo meno faticoso, ovvero dalla tastiera di un pc. Ho lavorato per Espansione Tv e il Corriere di Como seguendo tutt’altro, la cronaca nera e giudiziaria. Ma il tennis è sempre il tennis.

Comments are closed.