La decisione della Regione Lombardia: da domani si può tornare in campo

0
Da domani – 8 maggio – si potrà tornare a giocare a tennis. Non solo i Prima e i Seconda categoria, ma tutti gli appassionati. E’ questa la decisione presa dalla Regione Lombardia nella ordinanza numero 541 che è stata diffusa questa sera. Un intervento tutto dedicato allo sport all’aperto, tennis compreso.

Nel testo (LEGGI QUI) si dice che “le attività sportive individuali all’aria aperta (a titolo esemplificativo e non
esaustivo golf, tiro con l’arco, tiro a segno, atletica, equitazione, vela, canoa, attività sportive acquatiche individuali, canottaggio, tennis, corsa, escursionismo, arrampicata sportiva, ciclismo, mountain-bike,
automobilismo, motociclismo, go-kart) possono essere consentite nell’ambito dei rispettivi impianti sportivi, centri e siti sportivi“.

I gestori di impianti sportivi, di centri sportivi e di siti sportivi dovranno però rendere non accessibili gli “spazi e servizi accessori (ad esempio, palestre, luoghi di socializzazione, bar e ristoranti, docce e spogliatoi), fatto salvo per quanto riguarda i locali di transito necessari agli accessi e i locali adibiti a servizi igienici”.

Nell’articolo 3 viene poi aggiunto che i gestori, “oltre a garantire la corretta e costante sanificazione e igienizzazione degli ambienti al chiuso e dei servizi igienici, devono assicurare il contingentamento degli ingressi, l’organizzazione di percorsi idonei e l’adozione di tutte le misure utili per assicurare il distanziamento
sociale e il divieto di assembramento (a titolo esemplificativo prenotazione online o telefonica degli spazi, turnazioni, gestione degli accessi al sito sportivo e dei percorsi degli utenti).

Il dato è tratto, tuttavia. Da domani è consentito il ritorno sui campi da tennis. Ora non rimane che affidarsi allo scrupolo dei circoli (che siamo certi non mancherà) e al rispetto delle regole da parte degli appassionati.

Share.

About Author

Sono nato a Como nel dicembre del 1974 e in questa città sono cresciuto, mi sono sposato e sono diventato padre. Sono un giornalista professionista iscritto all’Albo della Lombardia. Amo il tennis da sempre, da quando bambino sognavo di diventare Stefan Edberg. Mi sono fermato molto prima. Pigro di natura, ho preferito raccontare questo sport nel modo meno faticoso, ovvero dalla tastiera di un pc. Ho lavorato per Espansione Tv e il Corriere di Como seguendo tutt’altro, la cronaca nera e giudiziaria. Ma il tennis è sempre il tennis.

Comments are closed.