Festa del tennis comasco a Lanzo: tutto esaurito per il derby tra Arnaboldi

0
Festa del tennis comasco questo pomeriggio al Tennis Lanzo. L’Unione Sportiva Lanzo Intelvi ha infatti organizzato, con il patrocinio del Comune di Alta Valle Intelvi e della Comunità Montana Lario Intelvese, l’inedita sfida amichevole tra i due migliori giocatori della nostra provincia, Andrea Arnaboldi – vice campione d’Italia al recente torneo di Todi – e il cugino Federico, promessa del movimento tricolore.

La disponibilità per l’evento, voluto per ricordale la memoria di Enrico Manzoni (personaggio chiave della comunità di Lanzo anche e non solo da un punto di vista sportivo), era di 200 biglietti, il massimo per questioni di distanziamento e di sicurezza legate ai problemi del Covid-19. Tutti gli spazi disponibili sono andati esauriti. Il match – iniziato alle 16.15 – è stato divertente ed applaudito, con la vittoria per il giovane Federico Arnaboldi per 7-5 3-6 10-2 al super tiebreak.

Pubblico soddisfatto e applausi per tutti, al termine, con i due giocatori Pro che si sono prestati a sfidare i soci del Tennis Lanzo con dei doppi al tie-break. L’organizzazione della giornata è stata impeccabile. I match sono stati arbitrati da Nicola Trincavelli del Circolo Tennis Cantù.


Dal 2014 seguiamo e promuoviamo il tennis in provincia di Como e non solo. Se ti piace il nostro lavoro sostienici. Farlo è semplice. Basta cliccare sull’apposito banner (uguale a quello qui sopra) che trovi sulla home page, nella colonna a destra.

Share.

About Author

Sono nato a Como nel dicembre del 1974 e in questa città sono cresciuto, mi sono sposato e sono diventato padre. Sono un giornalista professionista iscritto all’Albo della Lombardia. Amo il tennis da sempre, da quando bambino sognavo di diventare Stefan Edberg. Mi sono fermato molto prima. Pigro di natura, ho preferito raccontare questo sport nel modo meno faticoso, ovvero dalla tastiera di un pc. Ho lavorato per Espansione Tv e il Corriere di Como seguendo tutt’altro, la cronaca nera e giudiziaria. Ma il tennis è sempre il tennis.

Comments are closed.