World Tour a Caslano: il super tiebreak decide il derby Balzerani-Arnaboldi

0
A Caslano, in Canton Ticino, si sta giocano un torneo Itf maschile del World Tennis Tour che, a causa dei pochi eventi e dell’alto numero di giocatori in cerca di spazio per giocare, sembra un Challenger. Basti pensare che il “cut” nel singolare è sotto la posizione numero 500 al mondo, e che nelle qualificazioni la testa di serie numero 1 è andata al monegasco Lucas Catarina, 475 dell’Atp.

Al via nelle quali anche Federico Arnaboldi, che tuttavia ha perso all’esordio contro un altro azzurro, Riccardo Balzerani, giocatore numero 525 dell’Atp e testa di serie numero 5. Una mancata rivincita per il canturino, visto che con Balzerani proprio quest’anno aveva perso in semifinale all’Open di Forte dei Marmi per 6-4 6-4.

A Caslano invece Arnaboldi è andato subito avanti 2-0 e 0-30 con l’avversario al servizio, quando è arrivata la prima interruzione per pioggia. Alla ripresa, Federico è salito 4-0, poi 4-1 con tre palle per il 5-1, ma proprio in questo momento si è fermato subendo il parziale rientro di Balzerani (4-3) poi comunque respinto con un nuovo allungo sul 6-3 dopo 50′.

Nel secondo set Arnaboldi ha litigato con il servizio, regalando il primo break con un doppio fallo (1-3, prima della seconda interruzione per pioggia), commettendone altri due nel successivo allungo di Balzerani e cedendo il parziale per 1-6. Tutto rimandato dunque al super tiebreak, anche questo a corrente alternata.

Balzerani scappa subito sul 4-0, Federico Arnaboldi risponde riportandosi in parità (4-4), poi ancora 6-4 Balzerani che diventa 7-5, 8-6, 9-6, 9-7 e 10-7 con il punto che chiude il match. L’azzurro sfiderà ora il tedesco Adrian Obert per un posto nel tabellone principale.


Dal 2014 seguiamo e promuoviamo il tennis in provincia di Como e non solo. Se ti piace il nostro lavoro sostienici. Farlo è semplice. Basta cliccare sull’apposito banner (uguale a quello qui sopra) che trovi sulla home page, nella colonna a destra.

Share.

About Author

Sono nato a Como nel dicembre del 1974 e in questa città sono cresciuto, mi sono sposato e sono diventato padre. Sono un giornalista professionista iscritto all’Albo della Lombardia. Amo il tennis da sempre, da quando bambino sognavo di diventare Stefan Edberg. Mi sono fermato molto prima. Pigro di natura, ho preferito raccontare questo sport nel modo meno faticoso, ovvero dalla tastiera di un pc. Ho lavorato per Espansione Tv e il Corriere di Como seguendo tutt’altro, la cronaca nera e giudiziaria. Ma il tennis è sempre il tennis.

Comments are closed.