Wheelchair show a Gallarate: Amadori in semi, ok anche il doppio con Curioni

0
Torneo di altissimo livello al Tennis Club Gallarate nell’ambito dell’Italia Wheelchair Tour. Da segnalare anche le buone prestazioni per il comasco Diego Amadori in singolare (l’atleta dell’Osha Asp è giunto fino in semifinale) e del doppio – sempre dell’Osha Asp – composto da Amadori e da Mauro Curioni (semifinalisti).

Partiamo dal singolare, tabellone vinto dalla testa di serie numero 2, lo svizzero Alessandro Cianfoni (atleta del Gruppo Paraplegici Ticino, primario di Neorologia nel Cantone italiano) in finale su Giovanni Zeni recente campione regionale con la Canottieri Baldesio Cremona. Il punteggio del match è stato di 6-0 6-1.

Zeni in semifinale aveva sconfitto Amadori per 6-1 6-4, mentre Cianfoni aveva prevalso per 6-3 6-0 su Luca Spano. Da segnalare che Diego Amadori nei quarti di finale aveva battuto la testa di serie numero 1, il veneto 39enne Manuel Zorzetto, per 6-3 7-5.

Bene gli atleti dell’Osha Asp di Como anche in doppio: lo stesso Amadori e Mauro Curioni, come detto, sono arrivati fino alla semifinale nel torneo vinto dalla coppia Zeni-Zorzetto per 6-3 6-2 sul tandem composto da Bruno Carlucci-Marco Pincella. Sono stati 31 i giocatori in campo nel singolare, quindici le coppie iscritte al tabellone di doppio.


Dal 2014 seguiamo e promuoviamo il tennis in provincia di Como e non solo. Se ti piace il nostro lavoro sostienici. Farlo è semplice. Basta cliccare sull’apposito banner (uguale a quello qui sopra) che trovi sulla home page, nella colonna a destra.

Share.

About Author

Sono nato a Como nel dicembre del 1974 e in questa città sono cresciuto, mi sono sposato e sono diventato padre. Sono un giornalista professionista iscritto all’Albo della Lombardia. Amo il tennis da sempre, da quando bambino sognavo di diventare Stefan Edberg. Mi sono fermato molto prima. Pigro di natura, ho preferito raccontare questo sport nel modo meno faticoso, ovvero dalla tastiera di un pc. Ho lavorato per Espansione Tv e il Corriere di Como seguendo tutt’altro, la cronaca nera e giudiziaria. Ma il tennis è sempre il tennis.

Comments are closed.