L’omaggio di Gianni Clerici a Sinner e al “figlioccio” Riccardo Piatti

0
E’ arrivato l’omaggio di Gianni Clerici – lo scriba del tennis – al suo “antico figlioccio” Riccardo Piatti, “comasco come me e amico di famiglia”. E’ arrivato dalle pagine de la Repubblica, in un articolo pubblicato sul quotidiano di oggi che commenta la splendida vittoria di Jannik Sinner a Sofia: “Io ormai ho 90 anni, e questa di Sinner rimane tra le giornate migliori che abbia passato”.

In queste ore sono piovuti commenti da ogni parte, tutti ovviamente di elogio per il 19enne talento azzurro guidato con maestria dal coach comasco e dal suo staff. Il più divertente è stato quello del comico Gene Gnocchi, che ha esortato Piatti a tentare di fargli “vincere un torneo di Quarta”.

Ma ovviamente l’intervento di Gianni Clerici è stato quello più sentito: “Ora hanno capito tutti cosa vale Sinner – ha scritto il giornalista comasco – In una simile autocelebrazione (riferendosi a se stesso, ndr) non posso dimenticare di aver insegnato il tennis a Riccardo Piatti. Mi ha ringraziato il giorno del mio compleanno su Facebook” (“Ti conosco da quando ero bambino, e ancora una volta ti vorrei ringraziare per tutti i preziosi consigli che mi hai sempre dato”, aveva scritto Piatti).

“Riccardo, mio antico figlioccio. Comasco come me e amico di famiglia, gli consigliai di recarsi a lavorare al campus di Bollettieri negli Stati Uniti, e lo fece e ci rimase per circa due mesi“. “Ma prima di tutte queste cose venne il giorno in cui mio papà acquistò due palloni pressostatici a Como, affinché io vi dirigessi gratuitamente una scuola di tennis che il presidente non voleva. Lì trovai i fratelli Piatti, che furono tra gli allievi maggiormente entusiasti, pur senza diventare grandi giocatori”. Una storia insomma nata tutta in riva al Lago di Como.

Poi la chiosa già citata: “Io ormai ho 90 anni, e questa di Sinner rimane tra le giornate migliori che abbia passato”. E detto da chi il tennis lo conosce più di ogni altra persona, è un riconoscimento non da poco. Quante gioie sportive, in queste giornate di novembre, per tutti noi appassionati di tennis comaschi. Terra che allo sport della racchetta ha donato tantissimo, e ne dobbiamo andare fieri.


Dal 2014 seguiamo e promuoviamo il tennis in provincia di Como e non solo. Se ti piace il nostro lavoro sostienici. Farlo è semplice. Basta cliccare sull’apposito banner (uguale a quello qui sopra) che trovi sulla home page, nella colonna a destra.

Share.

About Author

Sono nato a Como nel dicembre del 1974 e in questa città sono cresciuto, mi sono sposato e sono diventato padre. Sono un giornalista professionista iscritto all’Albo della Lombardia. Amo il tennis da sempre, da quando bambino sognavo di diventare Stefan Edberg. Mi sono fermato molto prima. Pigro di natura, ho preferito raccontare questo sport nel modo meno faticoso, ovvero dalla tastiera di un pc. Ho lavorato per Espansione Tv e il Corriere di Como seguendo tutt’altro, la cronaca nera e giudiziaria. Ma il tennis è sempre il tennis.

Comments are closed.