Sussarello-Pappacena negli ottavi del World Tour: non era mai successo

0
Giulia Sussarello riscrive la storia del paddle italiano. La giocatrice comasca, in tandem con la fidata Chiara Pappacena, sono la prima coppia azzurra di sempre a raggiungere gli ottavi di finale di un tabellone del World Padel Tour, il maggiore circuito mondiale di questo sport. Impresa portata a termine nel Las Rozas Open in corso nella cittadina vicina a Madrid.

Un cammino sensazionale, quello di Sussarello-Pappacena, partito addirittura da quella che nel paddle viene chiamata “Pre-previa”, ovvero una sorta di prequalificazione. Le azzurre in questo tabellone hanno superato per 6-2 6-4 le spagnole (numero 109 al mondo) Irene santos Bravo e Lucia Perez Parra.

Il capolavoro è arrivato nel tabellone “Previa”, con il successo inatteso contro le argentine Catalina Tenorio (numero 21 al mondo) e Julieta Bidahorria, numero 82 (6-3 6-3 il punteggio). Con un nuovo 7-5 6-4 sulle spagnole Masrta Caparros e Carmen Castillon Gamez è arrivato poi l’ingresso nel tabellone principale, con le migliori 32 coppie del Las Rozas Open.

Ma l’avventura iberica della coppia azzurra non è finita qui: Sussarello-Pappacena hanno infatti battuto anche Monica Gomez Rivas e Claudia Jensen Sirvent per 6-2 7-5, accedendo così allo storico risultato degli ottavi di finale, tra le migliori sedici coppie del torneo. Oggi, infine, il ko per 6-0 6-2 contro le stratosferiche spagnole (numero 10 al mondo) Elisabet Amatriain e Patricia Llaguno.

Un risultato mai visto per l’ancora giovane movimento italiano di paddle, che senza dubbio porterà a migliorare la classifica di Sussarello-Pappacena che ad oggi si colloca intorno alla settantesima posizione iridata.


Dal 2014 seguiamo e promuoviamo il tennis in provincia di Como e non solo. Se ti piace il nostro lavoro sostienici. Farlo è semplice. Basta cliccare sull’apposito banner (uguale a quello qui sopra) che trovi sulla home page, nella colonna a destra.

Share.

About Author

Sono nato a Como nel dicembre del 1974 e in questa città sono cresciuto, mi sono sposato e sono diventato padre. Sono un giornalista professionista iscritto all’Albo della Lombardia. Amo il tennis da sempre, da quando bambino sognavo di diventare Stefan Edberg. Mi sono fermato molto prima. Pigro di natura, ho preferito raccontare questo sport nel modo meno faticoso, ovvero dalla tastiera di un pc. Ho lavorato per Espansione Tv e il Corriere di Como seguendo tutt’altro, la cronaca nera e giudiziaria. Ma il tennis è sempre il tennis.

Comments are closed.