Challenger di Maia: il 2020 di Arnaboldi finisce qui, è eliminato nei quarti

0
Si chiude qui la stagione 2020 di Andrea Arnaboldi. Il tennista canturino, impegnato oggi nei quarti di finale del Challenger di Maia in Portogallo, si è arreso in due set alla rivelazione del torneo, il 19enne croato Duje Ajdukovic. Il punteggio è severo: 6-3 6-0 in un’ora di gioco.

Gran parte dei meriti vanno all’avversario, che ha giocato – come già nelle precedenti partite – ad un livello molto alto. Eppure almeno nel primo parziale c’è stato più equilibrio di quanto si possa pensare, con due ace a salvare il croato nel momento in cui Arnaboldi, sotto di un break, cercava di rientrare.

Senza storia la partita successiva, dove il canturino – ieri reduce da quasi tre ore di battaglia – ha mollato la presa. Quello di Maia è stato l’ultimo torneo dell’anno per il canturino, che aveva chiuso il 2019 oltre la 300esima posizione e che terminerà il 2020 intorno alla 270esima piazza, numero 20 d’Italia.


Dal 2014 seguiamo e promuoviamo il tennis in provincia di Como e non solo. Se ti piace il nostro lavoro sostienici. Farlo è semplice. Basta cliccare sull’apposito banner (uguale a quello qui sopra) che trovi sulla home page, nella colonna a destra.

Share.

About Author

Sono nato a Como nel dicembre del 1974 e in questa città sono cresciuto, mi sono sposato e sono diventato padre. Sono un giornalista professionista iscritto all’Albo della Lombardia. Amo il tennis da sempre, da quando bambino sognavo di diventare Stefan Edberg. Mi sono fermato molto prima. Pigro di natura, ho preferito raccontare questo sport nel modo meno faticoso, ovvero dalla tastiera di un pc. Ho lavorato per Espansione Tv e il Corriere di Como seguendo tutt’altro, la cronaca nera e giudiziaria. Ma il tennis è sempre il tennis.

Comments are closed.