“Cupra Fip Finals” a Cagliari: semifinale azzurra con Sussarello-Pappacena

0
Capolavoro di Giulia Sussarello e della compagna Chiara Pappacena. La coppia numero 1 d’Italia, composta dalla comasca e dalla romana, ha raggiunto le semifinali della Cupra Fip Finals 2020, prestigioso appuntamento – dotato di un montepremi di 40.000 euro – che si sta svolgendo a Cagliari. Si tratta dell’evento che pone fine al circuito più importante firmato dalla Federazione Internazionale di Padel.

Nel match di oggi, le azzurre hanno battuto nettamente per 6-3 6-2 (in un’ora e 7 minuti) le teste di serie numero 3 del tabellone sardo, la brasiliana Raquel Pilcher (numero 42 al mondo) e la spagnola Alicia Blanco Rojo (numero 32). Impressionante il livello di gioco espresso dalle italiane, che tranne nel primo gioco (un po’ sofferto, recuperando da 15-40) hanno sempre condotto le danze.

Sussarello-Pappacena sono andate avanti di un break sul 4-2 (break a zero) poi mantenuto fino al 6-3 al primo set point. Il momento decisivo a inizio della seconda partita: le azzurre hanno strappato subito il servizio alle avversarie, poi hanno difeso tre palle break andando 2-0, mantenendo il vantaggio fino al 4-2 e chiudendo il match sul 6-2 al secondo match point. Una vera e propria impresa, soprattutto per il modo in cui è arrivata.

Domani, in semifinale, Sussarello-Pappacena sfideranno le teste di serie numero 2 del tabellone di Cagliari, le spagnole Anna Cortiles Tapias e Jessica Castello, coppia numero 34 al mondo.


Dal 2014 seguiamo e promuoviamo il tennis in provincia di Como e non solo. Se ti piace il nostro lavoro sostienici. Farlo è semplice. Basta cliccare sull’apposito banner (uguale a quello qui sopra) che trovi sulla home page, nella colonna a destra.

Share.

About Author

Sono nato a Como nel dicembre del 1974 e in questa città sono cresciuto, mi sono sposato e sono diventato padre. Sono un giornalista professionista iscritto all’Albo della Lombardia. Amo il tennis da sempre, da quando bambino sognavo di diventare Stefan Edberg. Mi sono fermato molto prima. Pigro di natura, ho preferito raccontare questo sport nel modo meno faticoso, ovvero dalla tastiera di un pc. Ho lavorato per Espansione Tv e il Corriere di Como seguendo tutt’altro, la cronaca nera e giudiziaria. Ma il tennis è sempre il tennis.

Comments are closed.