“Una vita da maestro” con Antonio Chiriatti: 332 pagine di esercizi e consigli

0
“Una vita da maestro”, con sottotitolo “860 esercizi, situazioni di gioco e qualche consiglio tecnico per maestri e giocatori”. E’ il libro realizzato da Antonio Chiriatti, maestro che da anni lavora sui campi dello Sporting Faloppio e che, in carriera, ha lavorato e cresciuto alcuni dei migliori prospetti della nostra provincia, da Edoardo Tessato a Silvia Chinellato, arrivando fino a Giada Clerici.

E’ lo stesso Chiriatti a spiegare il suo intento: “Andare in campo con le idee chiare, con un programma ben definito, stimolando gli allievi con esercitazioni nuove e sempre diverse, rende sicuramente il nostro lavoro più entusiasmante e qualitativamente migliore – scrive – Selezionando e utilizzando i giusti allenamenti in base al livello degli allievi, diversificandoli in base al periodo nel quale proporli, penso sia il modo migliore per un maestro per prepararli a questo meraviglioso gioco”.

Il libro potrà essere richiesto direttamente alla mail antondonat@hotmail.it: 332 pagine che hanno un obiettivo: dare piccoli insegnamenti (sono 860 gli esercii presentati) e consigli a chi ne saprà trarre giovamento. “Per me significherebbe aver fatto ace”, conclude Chiriatti.


Dal 2014 seguiamo e promuoviamo il tennis in provincia di Como e non solo. Se ti piace il nostro lavoro sostienici. Farlo è semplice. Basta cliccare sull’apposito banner (uguale a quello qui sopra) che trovi sulla home page, nella colonna a destra.

Share.

About Author

Sono nato a Como nel dicembre del 1974 e in questa città sono cresciuto, mi sono sposato e sono diventato padre. Sono un giornalista professionista iscritto all’Albo della Lombardia. Amo il tennis da sempre, da quando bambino sognavo di diventare Stefan Edberg. Mi sono fermato molto prima. Pigro di natura, ho preferito raccontare questo sport nel modo meno faticoso, ovvero dalla tastiera di un pc. Ho lavorato per Espansione Tv e il Corriere di Como seguendo tutt’altro, la cronaca nera e giudiziaria. Ma il tennis è sempre il tennis.

Comments are closed.