Southeastern Conference al via: una vittoria e un ko per South Carolina

0
Inizia con una vittoria e una sconfitta il cammino di South Carolina nel campionato che riguarda la propria Conference, la Sec (ovvero Southeastern Conference) una delle più quotate della Ncaa. Le “Gamecocks” della comasca Silvia Chinellato hanno prima perso in trasferta contro Auburn per 4-2, poi con lo stesso punteggio – e sempre in trasferta a Tuscaloosa – hanno sconfitto Alabama.

Il record di conference, al termine del primo weekend di gare nella Sec, è dunque di 1-1, mentre il complessivo dell’Ncaa è di 4 vittorie e 5 sconfitte. Partiamo dal ko contro Auburn: la Chinellato ha contribuito a portare il punto del doppio in coppia con Emma Shelton (battendo Georgie Axon/Adeline Flach) mentre in singolare si è poi arresa lottando alla stessa Georgie Axon per 7-6 (8-6) 7-5. Unico punto per South Carolina è stato quello, oltre al doppio, di Mia Horvit contro Selin Ovunc (6-0 6-1).

Riscatto per le Gamecocks contro Alabama. I punti della vittoria sono arrivati dai doppi, poi ancora da Mia Horvit contro Moka Ito (3-6 6-2 6-2), Megan Davies (7-6 6-2 su Sasha Gorchanyuk) e Allie Gretkowski su Anne Marie Hiser per 6-4 6-3. Sconfitta per la Chinellato contro la spagnola Alba Cortina Pou per 6-0 6-4.


Dal 2014 seguiamo e promuoviamo il tennis in provincia di Como e non solo. Se ti piace il nostro lavoro sostienici. Farlo è semplice. Basta cliccare sull’apposito banner (uguale a quello qui sopra) che trovi sulla home page, nella colonna a destra.

Share.

About Author

Sono nato a Como nel dicembre del 1974 e in questa città sono cresciuto, mi sono sposato e sono diventato padre. Sono un giornalista professionista iscritto all’Albo della Lombardia. Amo il tennis da sempre, da quando bambino sognavo di diventare Stefan Edberg. Mi sono fermato molto prima. Pigro di natura, ho preferito raccontare questo sport nel modo meno faticoso, ovvero dalla tastiera di un pc. Ho lavorato per Espansione Tv e il Corriere di Como seguendo tutt’altro, la cronaca nera e giudiziaria. Ma il tennis è sempre il tennis.

Comments are closed.