Open di Cantù: ecco le semifinali con Guazzo, la De Stefano e la Giaquinta

0
Si giocheranno domani, a partire dalle 14 con il tabellone femminile (alle 15.30 quello maschile) le semifinali dell’Open di Cantù, torneo che domenica assegnerà il titolo 2021. Ottime notizie per i giocatori di casa, con ancora tre tennisti in corsa, due nel femminile e uno nel maschile.

Partiamo dal tabellone degli uomini, che ha fatto registrare la super prestazione di Massimo Guazzo. Il giocatore del Ct Cantù, che da molti mesi non giocava un torneo (ed era sceso in classifica a 3.3) ha vinto prima il tabellone di qualificazione, poi – con otto successi consecutivi, l’ultimo contro la testa di serie numero 1 Ottaviano Martini del Tc Lecco – è arrivato fino alla semifinale dove sfiderà Christian Migliorini del Ct Parabiago (testa di serie numero 4). Nella parte bassa del tabellone la semi metterà di fronte la testa di serie numero 2 e la numero 3, rispettivamente Riccardo Di Vita (Harbour) e Samuele Tondelli (At Macerata).

Passiamo al femminile. Anche qui, nella parte bassa del tabellone si sfideranno le teste di serie numero 2 e 3, rispettivamente la padrona di casa Chiara Giaquinta e Rachele Zingale (Ct Ceriano). Semifinale a sorpresa invece nella parte bassa con Greta Schieroni (Country Club Cuneo) e l’Under 18 Samira De Stefano. Quest’ultima, neo tesserata per il Ct Cantù, nei quarti l’ha spuntata su Maria Aurelia Scotti, che proprio quest’anno è invece passata al Ct Ceriano: il punteggio del match racconta bene l’equilibrio della partita. La De Stefano si è imposta per 7-5 4-6 10/4.


Dal 2014 seguiamo e promuoviamo il tennis in provincia di Como e non solo. Se ti piace il nostro lavoro sostienici. Farlo è semplice. Basta cliccare sull’apposito banner (uguale a quello qui sopra) che trovi sulla home page, nella colonna a destra.

Share.

About Author

Sono nato a Como nel dicembre del 1974 e in questa città sono cresciuto, mi sono sposato e sono diventato padre. Sono un giornalista professionista iscritto all’Albo della Lombardia. Amo il tennis da sempre, da quando bambino sognavo di diventare Stefan Edberg. Mi sono fermato molto prima. Pigro di natura, ho preferito raccontare questo sport nel modo meno faticoso, ovvero dalla tastiera di un pc. Ho lavorato per Espansione Tv e il Corriere di Como seguendo tutt’altro, la cronaca nera e giudiziaria. Ma il tennis è sempre il tennis.

Comments are closed.