Cantù: la De Stefano tiene l’Open in Brianza, Migliorini a segno nel maschile

0
Samira De Stefano, Under 18 del Circolo Tennis Cantù, e Christian Migliorini, del Ct Parabiago, sono i due vincitori dell’Open di Cantù che si è concluso questa mattina dopo due settimane di gare e un centinaio di giocatori in campo. Finali condotte con sicurezza dai due giocatori, che si sono imposti sugli avversari in due set e con pieno merito.

Nel femminile, Samira De Stefano ha chiuso la partita con un perentorio 6-2 6-2 su Rachele Zingale, del Ct Ceriano. Giocatrice quest’ultima che ieri era uscita vittoriosa dopo una lunga battaglia con Chiara Giaquinta del Ct Cantù, superata per 6-4 5-7 10/7. Più semplice era stata invece la semi per la De Stefano contro Greta Schieroni (Country Club Cuneo) battuta per 6-2 6-0. In tutto il torneo Samira De Stefano ha perso un set solo con Maria Aurelia Scotti nei quarti (7-5 4-6 10/4). Zingale e De Stefano erano entrambi di categoria 2.4, con la Zingale in tabellone come testa di serie numero 3 e la De Sfetano come numero 5.

Pronostico ribaltato anche nel maschile, con il successo per 64 61 di Christian Migliorini (Ct Parabiago, categoria 2.5) sul favorito della vigilia, Riccardo Di Vita (Harbour Club, 2.4 e testa di serie numero 2). Torneo comunque sofferto per Migliorini che sia nei guardi di finale contro Manuel Mazzella (Tc Margine Rosso Cagliari) sia negli ottavi contro Massimiliano Dotti (Selva Alta) l’aveva spuntata solo al super tiebreak rispettivamente per 2-6 7-5 10/7 e per 6-3 3-6 10/8.


Dal 2014 seguiamo e promuoviamo il tennis in provincia di Como e non solo. Se ti piace il nostro lavoro sostienici. Farlo è semplice. Basta cliccare sull’apposito banner (uguale a quello qui sopra) che trovi sulla home page, nella colonna a destra.

Share.

About Author

Sono nato a Como nel dicembre del 1974 e in questa città sono cresciuto, mi sono sposato e sono diventato padre. Sono un giornalista professionista iscritto all’Albo della Lombardia. Amo il tennis da sempre, da quando bambino sognavo di diventare Stefan Edberg. Mi sono fermato molto prima. Pigro di natura, ho preferito raccontare questo sport nel modo meno faticoso, ovvero dalla tastiera di un pc. Ho lavorato per Espansione Tv e il Corriere di Como seguendo tutt’altro, la cronaca nera e giudiziaria. Ma il tennis è sempre il tennis.

Comments are closed.