Samira De Stefano domina e vince il Super Next Gen del Tennis Como, il principale torneo nazionale (osservato dalla federazione) per Under 16 e Under 18. La giocatrice tesserata per il Circolo Tennis Cantù, ha spadroneggiato nel tabellone femminile, chiudendo la finale addirittura per 6-0 6-1 dopo che tra semifinale e quarti aveva lasciato alle avversarie in tutto tre giochi.

Battuta, nel match per il titolo, quella che era la testa di serie numero 1, la ligure del Tc Finale Vittoria Baccino. Match senza storia fino al 6-0-0 3-0. Poi la ligure ha ottenuto il primo game ed è andata 0-40 nel gioco successivo. La De Stefano tuttavia con cinque punti consecutivi è andata 4-1 per poi chiudere 6-1.

Non mi aspettavo un risultato così netto – ha commentato la vincitrice alla fine – Sono contenta perché credo di aver giocato molto bene. Il Next Gen è stata una occasione molto importante per me per giocare e mettermi alla prova, soprattutto in questo momento con le difficoltà legate al Covid”.

Combattuta la finale maschile, tra Edoardo Santoni del Tc Sesto e Curzio Manucci del Tennis Club Genova 1893. Primo set per il lombardo in modo netto (6-1), secondo parziale recuperato dal ligure che, sotto 0-2, ha rimontato chiudendo 6-3 e passando a condurre anche nell’ultima partita per 2-1. Poi sono arrivati quattro giochi di fila per Santoni che si è portato sul 5-2 chiudendo sul 6-3. Entrambi i finalisti erano Under 16 e, rispetto al femminile, non erano compresi tra le prime teste di serie.

“Sono molto contento – ha commentato al termine Edoardo Santoni – Ho giocato tanto, otto match, mi sentivo bene. Non ero il favorito sulla carta ma dentro di me sapevo di poter vincere. Una convinzione che è cresciuta dopo aver eliminato la testa di serie numero 1 (Andrea Giammario del Tc Milano “Bonacossa”, ndr). In finale ed un certo punto pensavo di poterla chiudere in due set, poi è stato bravo il mio avversario. Nel terzo set alla fine l’ha spuntata chi ha resistito di più. Credo sia stato un bel match da vedere”.

Alle premiazioni erano presenti l’assessore allo sport del Comune di Como, Marco Galli, il delegato provinciale del Coni Niki D’Angelo e il delegato della Federtennis Walter Schmidinger, oltre al presidente del Tennis Como Chiara Sioli, al vicepresidente Roberto Redaelli e al direttore del torneo Paolo Carobbio. Il torneo era iniziato venerdì 26 marzo, con ben 397 giocatori iscritti divisi tra tabellone maschile e femminile. Quasi 400 i match disputati per eleggere i vincitori, divisi anche su altri circoli del territorio.

FEMMINILE: Quarti di finale: Baccino (Tc Finale) b. Maduzzi (Country Club Cuneo) 6-1 7-6, Serban (CH4 Sporting Club) b. Frant (Polisportiva Il Poggio) 6-0 4-6 10/6, Kaur (Vavassori Tennis Team) b. Attias (Tc Milano) 6-3 7-5, De Stefano (Ct Cantù) b. Gaio (Park Tennis Genova) 6-1 6-1. Semi: Baccino b. Serban 6-0 2-6 6-2, De Stefano b. Kaur 6-1 6-0. Finale: De Stefano b. Baccino 6-0 6-1.

MASCHILE. Quarti di finale: Santoni (Tc Sesto) b. Ravasio (Tennis Time Champion) 6-3 5-7 10/7, Pace (Monviso Sporting Club) b. Zapelli (Tc Piazzano) 6-4 6-0, Brianza Ct Parabiago) b. Callerio (Monviso Sporting Club) 6-3 6-1, Manucci (Tc Genova) b. Filoramo (Milano Tennis Academy) 6-3 7-6. Semifinali: Santoni b. Pace 6-3 6-2, Manucci b. Brianza 4-6 6-2 6-4. Finale: Santoni b. Manucci 6-1 3-6 6-3.


Dal 2014 seguiamo e promuoviamo il tennis in provincia di Como e non solo. Se ti piace il nostro lavoro sostienici. Farlo è semplice. Basta cliccare sull’apposito banner (uguale a quello qui sopra) che trovi sulla home page, nella colonna a destra.

Share.

About Author

Sono nato a Como nel dicembre del 1974 e in questa città sono cresciuto, mi sono sposato e sono diventato padre. Sono un giornalista professionista iscritto all’Albo della Lombardia. Amo il tennis da sempre, da quando bambino sognavo di diventare Stefan Edberg. Mi sono fermato molto prima. Pigro di natura, ho preferito raccontare questo sport nel modo meno faticoso, ovvero dalla tastiera di un pc. Ho lavorato per Espansione Tv e il Corriere di Como seguendo tutt’altro, la cronaca nera e giudiziaria. Ma il tennis è sempre il tennis.

Comments are closed.