A San Fermo vincono Maggioni e Musicò, finali incerte con Zappa e Colombo

0
Matteo Maggioni, 2.8 del Circolo Tennis Cantù nel tabellone maschile, Alice Musicò (3.1, Trezzano sul Naviglio) nel femminile: sono i vincitori dell’Open del Team Veneri (limitato 2.8) che si è concluso ieri sera sui campi in terra rossa del circolo di San Fermo della Battaglia.

Nessuno dei due era compreso tra le prime quattro teste di serie in avvio ti torneo. La Musicò nel match per il titolo ha superato la testa di serie numero 1, Beatrice Zappa (2.8 del Tennis Club Lecco) con il punteggio di 6-3 7-5. Vittoria sudata turno dopo turno per la tennista che si è aggiudicata il trofeo, che anche in semifinale (2-6 6-4 10/5 su Alessandra Cigoli) aveva dovuto dare fondo alle proprie energie. Più semplice era stato il 6-0 6-3 su Benedetta Palazzo (2.8, testa di serie numero 2, Tc Milano) nei quarti di finale.

Finale equilibratissima – e decisa in rimonta – nel tabellone maschile. Il giocatore del Ct Cantù Matteo Maggioni ha superato per 3-6 6-0 10/8 Andrea Colombo, 2.8 di Carate Brianza (testa di serie numero 4). Più semplici per il vincitore erano stati i match di semifinale contro Marco Zanovello (testa di serie numero 2, Tc Gallarate) battuto per 6-1 6-1, e nei quarti contro Gianluca Croce (Tc Sesto, testa di serie numero 3) superato per 6-1 6-2.


Dal 2014 seguiamo e promuoviamo il tennis in provincia di Como e non solo. Se ti piace il nostro lavoro sostienici. Farlo è semplice. Basta cliccare sull’apposito banner (uguale a quello qui sopra) che trovi sulla home page, nella colonna a destra.

Share.

About Author

Sono nato a Como nel dicembre del 1974 e in questa città sono cresciuto, mi sono sposato e sono diventato padre. Sono un giornalista professionista iscritto all’Albo della Lombardia. Amo il tennis da sempre, da quando bambino sognavo di diventare Stefan Edberg. Mi sono fermato molto prima. Pigro di natura, ho preferito raccontare questo sport nel modo meno faticoso, ovvero dalla tastiera di un pc. Ho lavorato per Espansione Tv e il Corriere di Como seguendo tutt’altro, la cronaca nera e giudiziaria. Ma il tennis è sempre il tennis.

Comments are closed.