Non c’è il lieto fine: Arnaboldi battuto in finale all’Itf di Heraklion

0
Non è arrivato l’epilogo che tutti speravamo, rimane tuttavia una settimana strepitosa che si aggiunge a quella precedente conclusa con una semi. Federico Arnaboldi è stato sconfitto oggi nella finalissima del torneo internazionale Itf di Heraklion, sull’isola di Creta. Il 20enne canturino si è arresto al giocatore israeliano di Coppa Davis Ben Patael, battuto con il punteggio di 6-1 6-4.

Match molto più aperto di quanto dica il punteggio: nel primo parziale, concluso sul 6-1, Arnaboldi ha avuto a disposizione ben 5 palle break, sfruttandone una ma soffrendo troppo al servizio soprattutto per colpa di sei doppi falli sono nella frazione di apertura (saranno 11 in totale, decisamente troppi).

Nel secondo set addirittura il 20enne brianzolo si è portato sul 4-0. Ma a questo punto la benzina è finita (per Arnaboldi era la 15esima partita in due settimane) e l’avversario, giocatore comunque difficile da battere, ha infilato un parziale di 6 giochi a zero chiudendo il match e alzando al cielo il trofeo di Heraklion.

Per Arnaboldi, al termine di questa partita strana, rimane la consapevolezza di una finale e una semifinale ottenute in appena quindici giorni, con tanti punti Atp che entreranno nelle tasche del canturino.


Dal 2014 seguiamo e promuoviamo il tennis in provincia di Como e non solo. Se ti piace il nostro lavoro sostienici. Farlo è semplice. Basta cliccare sull’apposito banner (uguale a quello qui sopra) che trovi sulla home page, nella colonna a destra.

Share.

About Author

Sono nato a Como nel dicembre del 1974 e in questa città sono cresciuto, mi sono sposato e sono diventato padre. Sono un giornalista professionista iscritto all’Albo della Lombardia. Amo il tennis da sempre, da quando bambino sognavo di diventare Stefan Edberg. Mi sono fermato molto prima. Pigro di natura, ho preferito raccontare questo sport nel modo meno faticoso, ovvero dalla tastiera di un pc. Ho lavorato per Espansione Tv e il Corriere di Como seguendo tutt’altro, la cronaca nera e giudiziaria. Ma il tennis è sempre il tennis.

Comments are closed.