Campionati Italiani: Sussarello e Pappacena contro, in campo anche la Vinci

0
La coppia è scoppiata. Dopo aver dominato in lungo e in largo (e per anni) nel movimento del padel nazionale, già da qualche mese la comasca Giulia Sussarello e la romana Chiara Pappacena non giocano più assieme. Alla base del divorzio ci sarebbero state divergenze sulla programmazione.

Entrambe hanno nel frattempo trovato nuove compagne con cui cimentarsi in ambito nazionale a internazionale, nel World Padel Tour. Ma questi giorni saranno molto “caldi”, e non per motivi meteo. Le due ex compagne, vincitrici di una serie infinita di scudetti, si troveranno contro nel campionato italiano che è scattato oggi al Sun Padel di Riccione. Le finali nel fine settimana.

La Sussarello, testa di serie numero 1, giocherà in coppia con Carolina Orsi mentre la Pappacena scenderà in campo con Giorgia Marchetti, teste di serie numero 2. Ma a Riccione c’è anche una giocatrice notissima agli appassionati di tennis, e che proprio in questi giorni si è allenata con la Sussarello. Si tratta di Roberta Vinci, iscritta anche lei agli assoluti assieme a Erika Zanchetta (teste di serie numero 5).

Insomma, il torneo Tricolore femminile – dopo anni di dominio di Sussarello-Pappacena – sarà aperto e incerto come non mai. Lo spettacolo è garantito.


Dal 2014 seguiamo e promuoviamo il tennis in provincia di Como e non solo. Se ti piace il nostro lavoro sostienici. Farlo è semplice. Basta cliccare sull’apposito banner (uguale a quello qui sopra) che trovi sulla home page, nella colonna a destra.

Share.

About Author

Sono nato a Como nel dicembre del 1974 e in questa città sono cresciuto, mi sono sposato e sono diventato padre. Sono un giornalista professionista iscritto all’Albo della Lombardia. Amo il tennis da sempre, da quando bambino sognavo di diventare Stefan Edberg. Mi sono fermato molto prima. Pigro di natura, ho preferito raccontare questo sport nel modo meno faticoso, ovvero dalla tastiera di un pc. Ho lavorato per Espansione Tv e il Corriere di Como seguendo tutt’altro, la cronaca nera e giudiziaria. Ma il tennis è sempre il tennis.

Comments are closed.