Arnaboldi in chiaro-scuro: bene Federico a Lesa, Andrea cade a Barletta

0
Stati d’animo contrapposti per i due Arnaboldi, Andrea e Federico, al termine della giornata di oggi. Il primo infatti ha perso, giocando non bene, nel secondo turno del Challenge di Barletta per mano del giovane azzurro Giulio Zeppieri, mentre il secondo – in campo all’Itf da 25 mila dollari di Lesa, ha raggiunto i quarti fi finale, al termine di un ottimo match, eliminando la testa di serie numero 7 Riccardo Balzerani. Balzerani era stato lo stesso avversario che Federico aveva battuto, a Bergamo, in occasione del primo successo nel circuito internazionale Itf.

Partiamo però da Andrea, che non aveva iniziato male nella sfida contro Zeppieri. Sul 3-2 del primo set, tuttavia, il canturino si è innervosito – mentre era al servizio – per le urla del pubblico che provenivano dal campo accanto. Un passaggio a vuoto che è costato ad Arnaboldi il break (4-2, poi diventato 5-2) e il primo set chiuso 6-3. Male invece il secondo set in cui Zeppieri è scappato subito 3-1 per chiudere 6-2.

Concluso il match di Barletta, sul Lago Maggiore è sceso in campo Federico che ha giocato un’ottima partita contro Balzerani. Primo set condotto con autorità, sempre avanti nel punteggio (4-2) fino ai tre break consecutivi (due per Arnaboldi, uno per Balzerani) che hanno chiuso il parziale sul 6-3. L’avversario è invece scappato via nella seconda frazione (1-3) venendo ripreso sul 3-3. Arnaboldi ha salvato una palla break sul 5-5, andando poi a condurre 6-5 per chiudere 7-5 nel gioco successivo. Ora per il canturino ci sarà la testa di serie numero 1, Alessandro Bega, numero 380 dell’Atp.


Dal 2014 seguiamo e promuoviamo il tennis in provincia di Como e non solo. Se ti piace il nostro lavoro sostienici. Farlo è semplice. Basta cliccare sull’apposito banner (uguale a quello qui sopra) che trovi sulla home page, nella colonna a destra.

Share.

About Author

Sono nato a Como nel dicembre del 1974 e in questa città sono cresciuto, mi sono sposato e sono diventato padre. Sono un giornalista professionista iscritto all’Albo della Lombardia. Amo il tennis da sempre, da quando bambino sognavo di diventare Stefan Edberg. Mi sono fermato molto prima. Pigro di natura, ho preferito raccontare questo sport nel modo meno faticoso, ovvero dalla tastiera di un pc. Ho lavorato per Espansione Tv e il Corriere di Como seguendo tutt’altro, la cronaca nera e giudiziaria. Ma il tennis è sempre il tennis.

Comments are closed.