Como: Moroni sfida il favorito Cerundolo. Il titolo del doppio va in Brasile

0
Sarà Gian Marco Moroni, 23enne di Roma, vincitore quest’anno del suo primo torneo internazionale al Challenger di Milano, a cercare di riportare in Italia il titolo del Challenger di Como. L’ultima edizione, nel 2019 prima dell’uragano Covid, era stata vinta da un argentino, Facundo Mena, e contro un argentino l’azzurro si scontrerà domani, Juan Manuel Cerundolo.

Tra i due non ci sono precedenti. Il ragazzo di Buenos Aires, appena 19 anni, è il numero 3 delle classifiche mondiali Under 20 dietro allo spagnolo Carlos Alcaraz Garfia e a Lorenzo Musetti. Quest’anno Cerundolo ha già vinto a Cordoba in Argentina (addirittura un Atp 250) e a Roma in un Challenger. A Como cercherà di portare a casa il suo terzo titolo del 2021.

Cerundolo parte con i favori del pronostico ma gioca contro un tennista abituato a lasciare sul campo fino all’ultima goccia di sudore. Insomma, la partita – inizio alle ore 15 al Tennis Como – sarà tutta da vedere. E’ questo l’esito delle semifinali che si sono concluse entrambe per ritiro.

Moroni ha sconfitto un altro italiano, Andrea Vavassori, piemontese partito dalle quali e rimasto in campo più di tutti gli altri (ben 10 match giocati, sei in singolare, comprese le quali, gli altri in doppio). Partita che era in equilibrio assoluto (6-3 3-6) quando in apertura del terzo set Vavassori, in un colpo al volo, ha sentito una fitta sotto la spalla sinistra. Dolore che ha provato a combattere ma che l’ha poi costretto al ritiro sul 4-0, una scelta dettata anche dalla finale di doppio che avrebbe dovuto giocare poco dopo.

Cerundolo invece ha approfittato delle condizioni non ottimali della testa di serie numero 1, il tedesco Daniel Altmaier, già debilitato prima di scendere in campo ma che ha provato comunque a farcela, salvo fermarsi sul 6-4 3-0 per l’argentino.

La giornata è stata infine conclusa dalla finale del doppio come al solito spettacolare: successo che è andato ai brasiliani Rafael Matos/Felipe Meligeni Rodrigues Alves che erano le teste di serie numero 1 (rispettivamente numero 78 e 90 delle classifiche mondiali della specialità). Vavassori – affaticato ma in campo – e il venezuelano Luis David Martinez sono stati battuti solo al super tiebreak per 6-7 6-4 10/6.


Dal 2014 seguiamo e promuoviamo il tennis in provincia di Como e non solo. Se ti piace il nostro lavoro sostienici. Farlo è semplice. Basta cliccare sull’apposito banner (uguale a quello qui sopra) che trovi sulla home page, nella colonna a destra.

Share.

About Author

Sono nato a Como nel dicembre del 1974 e in questa città sono cresciuto, mi sono sposato e sono diventato padre. Sono un giornalista professionista iscritto all’Albo della Lombardia. Amo il tennis da sempre, da quando bambino sognavo di diventare Stefan Edberg. Mi sono fermato molto prima. Pigro di natura, ho preferito raccontare questo sport nel modo meno faticoso, ovvero dalla tastiera di un pc. Ho lavorato per Espansione Tv e il Corriere di Como seguendo tutt’altro, la cronaca nera e giudiziaria. Ma il tennis è sempre il tennis.

Comments are closed.