Atp, Itf e Wta ferme fino ad agosto: Como (per ora) rimane in calendario

0
L’inizio del tennis internazionale slitta ancora. Atp (incluso il circuito Challenger), ma anche Wta e Itf (con tutti i tornei giovanili) hanno comunicato che non si muoverà pallina prima del 1 agosto. Un annuncio che era nell’aria da giorni e che è stato puntualmente confermato.

Per l’Atp, a parlare, è stato direttamente il presidente Andrea Gaudenzi: “A causa delle continue incertezze che circondano la pandemia di Covid-19 ha detto – ci dispiace dover annunciare la nostra decisione di estendere la sospensione del Tour. Proprio come gli appassionati di tennis, i giocatori e gli organizzatori di tornei in tutto il mondo, condividiamo il dispiacere per l’impossibilità di far svolgere regolarmente il Tour. Continuiamo a valutare tutte le nostre opzioni nel tentativo di riprendere non appena si potrà farlo in modo sicuro, inclusa la possibilità di riprogrammare gli eventi più avanti nella stagione. Come sempre, la salute e il benessere della comunità del tennis e del grande pubblico rimarranno le nostre massime priorità in ogni decisione che prenderemo”.

Una ulteriore decisione – relativa al calendario di agosto e alla eventuale riprogrammazione dei tornei saltati fino ad allora – verrà presa a metà giugno. Sempre in attesa rimane anche la nostra provincia, che alla fine di agosto avrebbe in calendario il Challenger Atp “Città di Como”. Il Tennis Como, circolo di Villa Olmo, rispetto ad altri eventi, non ha ancora annunciato l’annullamento della data che dunque rimane in calendario. Ma molto dipenderà anche dalle decisioni che verranno prese dall’Atp anche in seguito alla annunciata riorganizzazione dei calendari una volta che si potrà riprendere a giocare.

Share.

About Author

Sono nato a Como nel dicembre del 1974 e in questa città sono cresciuto, mi sono sposato e sono diventato padre. Sono un giornalista professionista iscritto all’Albo della Lombardia. Amo il tennis da sempre, da quando bambino sognavo di diventare Stefan Edberg. Mi sono fermato molto prima. Pigro di natura, ho preferito raccontare questo sport nel modo meno faticoso, ovvero dalla tastiera di un pc. Ho lavorato per Espansione Tv e il Corriere di Como seguendo tutt’altro, la cronaca nera e giudiziaria. Ma il tennis è sempre il tennis.

Comments are closed.