Challenger di Lilla: infortunio ad un braccio, Arnaboldi si ritira nel primo set

0
Negli ultimi punti della partita degli ottavi di finale contro il francese testa di serie numero 4 Antoine Hoang, si era visto Andrea Arnaboldi tenersi e scuotere il braccio sinistro, quello che tiene la racchetta. Il timore si è rivelato fondato, perché proprio quel braccio oggi è costato al canturino il ritiro nei quarti di finale del Challenger di Lilla.

Il giorno di riposo non è bastato per recuperare dal problema che ora verrà analizzato al rientro in Italia di Arnaboldi. Il tennista azzurro ha provato comunque, questa sera, a scendere in campo contro il giovane belga Zizou Bergs, ma da subito si è visto che non riusciva a servire.

Prima di alzare bandiera bianca il brianzolo ha recuperato anche un break all’avversario (2-2) ma da questo momento in poi non è più riuscito a giocare. Il game over è arrivato sul 4-2 per Bergs nel primo set. Peccato.


Dal 2014 seguiamo e promuoviamo il tennis in provincia di Como e non solo. Se ti piace il nostro lavoro sostienici. Farlo è semplice. Basta cliccare sull’apposito banner (uguale a quello qui sopra) che trovi sulla home page, nella colonna a destra.

Share.

About Author

Sono nato a Como nel dicembre del 1974 e in questa città sono cresciuto, mi sono sposato e sono diventato padre. Sono un giornalista professionista iscritto all’Albo della Lombardia. Amo il tennis da sempre, da quando bambino sognavo di diventare Stefan Edberg. Mi sono fermato molto prima. Pigro di natura, ho preferito raccontare questo sport nel modo meno faticoso, ovvero dalla tastiera di un pc. Ho lavorato per Espansione Tv e il Corriere di Como seguendo tutt’altro, la cronaca nera e giudiziaria. Ma il tennis è sempre il tennis.

Comments are closed.