Pareggio amaro per il Circolo Tennis Cantù nella trasferta di serie C contro la Polisportiva Curno. I brianzoli infatti, in quello che era lo scontro diretto per il secondo posto del girone 4, avevano bisogno di vincere contro gli orobici che – con gli stessi punti in classifica – avevano tuttavia una migliore differenza tra partite vinte e perse.

Il 3-3 finale ha dunque relegato il Cantù al terzo posto, lasciando al Curno la qualificazione per la seconda fase ad eliminazione diretta che condurrà in serie B. Il primo posto del girone se lo era già garantito il Selva Alta di Vigevano ancora imbattuto.

Eppure il passaggio del turno è stato davvero ad un passo. I brianzoli erano infatti avanti per 3-2 e pure di un set nell’ultimo doppio. Stefano Raina e Matteo Maggioni erano sul 6-4 contro Lorenzo Foresti (2.5) e Luca Dellavite (2.8). Poi però i bergamaschi hanno impattato con un netto 6-1 per aggiudicarsi il match al super-tiebreak 10-3.

In precedenza Angelo Scotti aveva superato Foresti per 6-3 3-6 6-3, Mattia Petruccelli si era arreso in due partite per 6-4 6-1 a Nathan Farnesi, Davide Corti aveva perso con Luca Dellavite 7-6 6-2 e Matteo Maggioni aveva portato in singolari sul 2-2 battendo nettamente per 6-2 6-2 Andrea Rota. Il primo doppio, con in capo Scotti e Luca Montecamozzo (6-3 6-4) portava Cantù sul 3-2, prima della già citata rimonta di Curno.

Nell’altro match maschile di serie C, il Team Veneri, senza più nulla chiedere alla stagione – e alle prese con una lunga serie di infortuni – ha alzato bandiera bianca contro l’Ambrosiano per 5-1.

Nel femminile infine primo posto del girone e passaggio ai playoff promozione per le ragazze del Circolo Tennis Cantù. L’ultimo match – quello che appunto metteva in palio la vittoria del gruppo – non si è tuttavia disputato causa l’assenza del Tc Lombardo: 4-0 dunque per le brianzole.

Share.

About Author

Sono nato a Como nel dicembre del 1974 e in questa città sono cresciuto, mi sono sposato e sono diventato padre. Sono un giornalista professionista iscritto all’Albo della Lombardia. Amo il tennis da sempre, da quando bambino sognavo di diventare Stefan Edberg. Mi sono fermato molto prima. Pigro di natura, ho preferito raccontare questo sport nel modo meno faticoso, ovvero dalla tastiera di un pc. Ho lavorato per Espansione Tv e il Corriere di Como seguendo tutt’altro, la cronaca nera e giudiziaria. Ma il tennis è sempre il tennis.

Comments are closed.