Il tennis dal 4 maggio: potrebbero giocare solo i cugini Arnaboldi e Rottoli

0
Il decreto non è stato uguale per tutti. La conferenza stampa di ieri sera del premier Giuseppe Conte, che ha illustrato le prime parziali riaperture della fase 2, ha sancito che effettivamente il tennis sarà uno dei primi sport a tornare in campo, anche se non a 360 gradi. Dal 4 maggio, infatti, i circoli non riapriranno e i giocatori di club non potranno tornare a sfidarsi.

Potranno invece allenarsi giocatori ritenuti dalle federazioni “di interesse nazionale”, ovvero i top player della penisola. Verosimilmente – anche se non è ancora ufficiale – questi tennisti saranno gli stessi inseriti in una lista già diffusa a marzo dalla Fit che comprendeva 165 nomi di atleti di punta del panorama tricolore, ma anche di giovanissime promesse o Under 20 di prospettiva.

Insomma, oltre ad Andrea Arnaboldi – 282 al mondo – che sicuramente potrà, dal 4 maggio, impugnare di nuovo la racchetta su un campo da tennis, a rete potrebbe tornare anche il cugino Federico (19 anni, numero 897 al mondo compreso sulla lista Fit). Pure Lorenzo Rottoli, comasco 18enne tra i primi 100 Junior al mondo, dovrebbe poter tornare a giocare. Il suo nuovo inizio della stagione dovrebbe avvenire al Centro Tecnico di Tirrenia. Tutti gli altri giocatori dovranno attendere ancora.

Share.

About Author

Sono nato a Como nel dicembre del 1974 e in questa città sono cresciuto, mi sono sposato e sono diventato padre. Sono un giornalista professionista iscritto all’Albo della Lombardia. Amo il tennis da sempre, da quando bambino sognavo di diventare Stefan Edberg. Mi sono fermato molto prima. Pigro di natura, ho preferito raccontare questo sport nel modo meno faticoso, ovvero dalla tastiera di un pc. Ho lavorato per Espansione Tv e il Corriere di Como seguendo tutt’altro, la cronaca nera e giudiziaria. Ma il tennis è sempre il tennis.

Comments are closed.