Giornata di partite internazionali per i nostri tennisti impegnati sia nel circuito Challenger Atp (con Andrea Arnaboldi) sia nell’Itf (Federico Arnaboldi e Federico Lucini).

Sconfitta al Challenger di Belgrado per Andrea Arnaboldi, che esordiva sulla terra battuta dopo le buone prestazioni sul veloce. Il mancino canturino – fermo da due settimane per un problema ad un braccio – ha però perso nelle qualificazioni dal francese (testa di serie numero 5) Maxime Janvier. Il punteggio è stato di 6-4 6-4 dopo un’ora e mezza. Arnaboldi ha subito il break decisivo del primo set proprio nei giochi finali, mentre nel secondo è stato avanti 4-2 prima di essere raggiunto e superato dall’avversario.

Il cugino, Federico Arnaboldi, è invece tornato in campo sulla terra battuta di Antalya. Anche il 20enne brianzolo non giocava da qualche settimana. Facile l’esordio (sempre nelle quali) contro il greco Michail Sakellaridis superato in due partite per 6-3 6-1. E ha passato il primo turno anche Federico Lucini all’Itf di Monastir, in Tunisia. Il 20enne comasco ha superato il britannico Adam Jones per ritiro sul 5-1 del primo set. Domani doppio derby per i nostri giocatori: Arnaboldi sfiderà Marco Furlanetto (Tennis Club Italia di Forte dei Marmi) mentre Lucini affronterà Andrea Guerrieri (Ct Reggio, 780 dell’Atp).


Dal 2014 seguiamo e promuoviamo il tennis in provincia di Como e non solo. Se ti piace il nostro lavoro sostienici. Farlo è semplice. Basta cliccare sull’apposito banner (uguale a quello qui sopra) che trovi sulla home page, nella colonna a destra.

Share.

About Author

Sono nato a Como nel dicembre del 1974 e in questa città sono cresciuto, mi sono sposato e sono diventato padre. Sono un giornalista professionista iscritto all’Albo della Lombardia. Amo il tennis da sempre, da quando bambino sognavo di diventare Stefan Edberg. Mi sono fermato molto prima. Pigro di natura, ho preferito raccontare questo sport nel modo meno faticoso, ovvero dalla tastiera di un pc. Ho lavorato per Espansione Tv e il Corriere di Como seguendo tutt’altro, la cronaca nera e giudiziaria. Ma il tennis è sempre il tennis.

Comments are closed.